NVIDIA GeForce - UltimateCountdown

NVIDIA, conto alla rovescia per la presentazione delle GeForce Ampere

La casa californiana conferma la volontà di celebrare il passato recente della grafica 3D su PC. Per quanto riguarda il futuro, il conto alla rovescia di NVIDIA si concluderà l’1 settembre. Con le GeForce Ampere.

Dopo un primo, sibillino annuncio via Twitter, l’iniziativa UltimateCountdown di NVIDIA prende ora forma con un sito ufficiale e un programma ricco di memorie social. La casa delle GeForce ha intenzione di celebrare per 21 giorni gli ultimi 21 anni della grafica 3D accelerata su PC, un periodo temporale che parte dall’introduzione della GPU originale (GeForce 256) e dovrebbe concludersi con l’arrivo dei nuovi modelli di acceleratori grafici basati su architettura Ampere.

NVIDIA invita gli appassionati, o comunque chi ha vissuto in prima persona questi rutilanti 21 anni di intrattenimento digitale accelerato via GPU, a condividere le proprie memorie personali sui social tramite l’hastag #UltimateCountdown. A cominciare è John Fenno, direttore del marketing globale di NVIDIA che sul sito aziendale ricorda il 30 novembre 1999 e le relative esperienze videoludiche.

GeForce RTX 3080 - rendering 3D

Alla fine del post di Fenno arriva poi una ulteriore precisazione: la celebrazione degli ultimi 21 anni della grafica per PC si concluderà il 31 agosto, mentre il primo settembre è la data fissata per svelare quello che il futuro del settore ha in serbo per giocatori e sviluppatori di esperienze interattive.

Il prossimo mese di settembre si aprirà infatti con un nuovo evento speciale (prevedibilmente virtuale vista la pandemia di COVID-19) con protagonista il CEO di NVIDIA Jensen Huang. L’ad dovrebbe svelare finalmente i primi dettagli sulle tanto chiacchierate GeForce Ampere, anche se non è escluso un ulteriore rebranding del marchio. La prossima linea di GPU consumer di NVIDIA potrebbe non coincidere con il brand GeForce RTX 3000 di cui si parla da mesi.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.