TIM Super FWA

TIM Super FWA, la nuova connessione mista fibra-radio dell’operatore

Presentata a Sanremo, la nuova offerta Super FWA di TIM si basa su un approccio ibrido fibra-radio e permette di raggiungere velocità fino a 30 Mbps in download (su rete mobile 4G di TIM).

Il Festival della canzone italiana di Sanremo è stato l’insolito palco scelto da TIM per presentare Super FWA, la nuova offerta di connettività mista che prevede l’utilizzo congiunto dell’infrastruttura in fibra ottica dell’operatore e un link di collegamento senza fili tramite rete 4G/LTE.

Le caratteristiche dell’offerta commerciale TIM Super FWA includono una velocità massima in downstream da 30Mbps e 3Mbps in upstream, con un traffico dati incluso di 200 gigabyte mensili; superata quella soglia, la velocità di navigazione scenderà a un ben misero 1Mbps. Il costo dell’offerta è di €25 al mese con chiamate gratuite illimitate verso i numeri fissi e (parzialmente) mobili, prezzo che scende a €20 se si decide di rinunciare alle chiamate gratuite.

Una connessione TIM Super FWA sfrutta i cavi in fibra ottica che arrivano fino alla Stazione radio base (BTS) più vicina, e da lì l’“ultimo miglio” viene coperto da una connessione 4G/LTE collegata a un modem fornito da TIM. L’approccio ibrido fibra-radio non è dissimile da quello seguito da Eolo, anche se in questo caso l’ultimo miglio è coperto da una tecnologia radio proprietaria.

Per quanto riguarda il modem, TIM Super FWA prevede l’uso di apparato di connessione proprietario “indoor” o “outdoor”: nel primo caso non è necessario l’intervento di un tecnico, mentre nel secondo occorrerà installare un apparato esterno al costo di €49 (pagabili anche in 12 rate mensili).

TIM Super FWA è secondo TIM un’offerta di connettività ideale per chi non è ancora raggiunto dalle connessioni in fibra ottica “spurie” (FTTC) o quelle totalmente in fibra (FTTH), mentre per chi è già cliente di TIM su rete ADSL può richiedere la conversione della linea se ha problemi di connettività.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.