TIM

TIM, modem libero dall’1 dicembre

L’operatore telefonico si adegua alla delibera AGCOM e annuncia: dal primo dicembre gli utenti potranno usare il modem (o per meglio dire il router) che preferiscono per accedere a Internet.

TIM le ha provate tutte, ma alla fine ha dovuto cedere alla decisione dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) di “liberare” il modem per l’accesso ai servizi di connettività offerti ai clienti: a partire dai prossimi giorni, gli utenti potranno servirsi di un router di loro scelta per accedere a Internet. Posto, ovviamente, che tale dispositivo sia tecnicamente compatibile con il servizio offerto.

L’ex-incumbent della telefonia fissa in Italia ha quindi pianificato l’adozione in pianta stabile della delibera 348/18/CONS di AGCOM, una decisione risalente allo scorso agosto che ha sancito la “libertà di scelta” per i terminali di accesso alla Rete da postazione fissa. Una mossa presa nel pieno rispetto del regolamento europeo riguardante l’accesso a una Internet aperta, aveva spiegato l’autorità.

Modem libero

Modem libre

Inizialmente TIM aveva provato a bloccare l’entrata in vigore delle nuove norme con un ricorso al Tribunale Amministrativo (TAR) del Lazio, ricorso che però è stato respinto portando alla decisione di questi giorni: a partire dal prossimo 1 dicembre, ha comunicato TIM, ai clienti sarà garantito “il diritto di scegliere il terminale per l’accesso ad Internet”.

Il router (domestico e non solo) per usufruire della connettività di TIM potrà insomma essere anche diverso da quello tradizionalmente fornito in comodato d’uso dall’operatore, i servizi di accesso saranno gli stessi (e senza alcuna modifica alle “condizioni economiche applicabili”) se il router scelto dall’utente rispetterà in pieno i requisiti tecnici del tipo di connessione attivo sulla linea fissa. TIM si è naturalmente lavata le mani della manutenzione e di eventuali disservizi dovuti all’uso dei router “liberi”.

Una seconda scadenza fissata da AGCOM arriverà infine il 31 dicembre, data entro la quale TIM e gli altri provider di Rete dovranno formulare un’offerta vantaggiosa per quegli utenti che al momento utilizzano un router proprietario dell’ISP: i provider potranno scegliere tra la concessione dell’utilizzo gratuito del terminale o il recesso dal contratto senza penali. La restituzione del modem dovrà avvenire a spese dell’operatore.

Potrebbe interessarti anche:

TIM HUB, il nuovo modem evoluto per la fibra

PCProfessionale © riproduzione riservata.