Pulizia Windows

Come pulire lo smartphone, i cinque migliori consigli

Ecco i migliori consigli su come pulire lo smartphone. Una pratica che resta valida sempre, con o senza quarantena da COVID-19.

In queste settimane di crisi sanitaria mondiale da COVID-19, aziende grandi e piccole si sono prodigate per fornire agli utenti una serie di consigli e raccomandazioni sul modo più corretto di pulire o disinfettare lo smartphone. Il virus SARS-CoV-2, e di certo non solo quello, ha la tendenza a sostare per un po’ sulle superfici prima di disgregarsi, quindi è necessario prestare la dovuta attenzione alla pulizia dei propri gadget mobile anche quando il COVID-19 sarà solo un brutto ricordo.

Tra i molti precetti circolanti in merito alla fondamentale pratica della pulizia dello smartphone, abbiamo selezionato i migliori consigli forniti da specialisti, OEM e aziende produttrici. Eccoli elencati di seguito:

  • Prima di cominciare – è essenziale, prima di dedicarsi a qualsiasi pratica di pulizia, assicurarsi che lo smartphone sia scollegato da qualunque fonte di alimentazione e che risulti completamente spento.
  • Soluzione detergente – la sostanza da utilizzare materialmente nella pulizia è, come ovvio, l’elemento più importante dell’intera procedura. Qui le scelte valide sono diverse, c’è chi consiglia di preparare una soluzione di acqua (50%) e alcol etilico (50%) magari in uno spruzzino vuoto, oppure chi parla (come Apple) di salviette imbevute con alcol isoproprilico al 70%. Una raccomandazione è comunque universale: non usare mai prodotti particolarmente abrasivi come la candeggina.
  • Azione disinfettante – una volta preparata la nostra soluzione è il momento di passare all’azione: per pulire correttamente lo smartphone evitare di spruzzare direttamente il liquido sulla superficie, usando piuttosto un dischetto di cotone idrofilo o un panno morbido inumidito leggermente. Le parti più delicate (es. loghi o parti stampate) vanno trattate con maggiore cura agendo con meno pressione.
Pulire lo smartphone
  • Asciugatura: dopo aver passato il liquido pulente, l’operazione va completata usando un altro panno morbido (possibilmente monouso) per asciugare con cura ogni parte dello smartphone.
  • Frequenza di pulizia: anche per gli smartphone la pulizia è un’abitudine, quindi l’intera procedura testé descritta dovrebbe essere ripetuta almeno una volta alla settimana. C’è chi consiglia addirittura una volta al giorno, ma a nostro avviso basta fare attenzione alla pulizia delle mani e al modo in cui usiamo lo smartphone (ad esempio senza impiastricciare lo schermo con ogni sorta di salsa o sostanza oleosa) per cavarcela con una pulizia ogni sette giorni.

E questo è quanto. Tutti i brand di smartphone più popolari hanno fornito i loro consigli di pulizia personalizzati, ma quelli qui descritti possono essere considerati come una base comune adattabile alle esigenze di ciascuno.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.