Google Maps, il Pesce d’Aprile è Snake

Come accedere all’ultima Easter Egg preparata da Mountain View per gli utenti di Maps. Una “sorpresa” che durerà una settimana, almeno su mobile, mentre sarà a tempo indefinito da PC.

Google ha deciso di festeggiare il primo di aprile 2019 – giorno tradizionalmente dedicato alle notizie inventate e alle “fake news” tendenti all’umorismo più o meno elaborato in salsa hi-tech – con una nuova Easter Egg, una funzionalità nascosta con cui intrattenere gli utenti fra una passeggiata geolocalizzata in una città sconosciuta e l’altra seguendo i consigli di Google Maps.

Il nuovo Easter Egg/Pesce di Aprile di Google è dedicato a Snake, classico passatempo digitale che da decenni accompagna qualsiasi cellulare “intelligente” o meno. Classico anche il gameplay: un serpentone che vorrebbe essere un bus, un tram o forse un treno, viene guidato dall’utente per raccogliere i passeggeri in attesa, raggiungendo occasionali “punti topici” (ad esempio le Piramidi di Giza al Cairo) per un bonus aggiuntivo. La partita finisce quando il serpentone cozza contro se stesso o impatta i contorni della mappa di gioco.

Snake su Google Maps

La variante Snake di Google è accessibile sia da mobile che da browser Web: nel primo caso occorre aprire la app Maps, selezionare l’icona-hamburger in alto a sinistra e cercare l’opzione Gioca a Snake; nel secondo, basta visitare il seguente URL e fare click sul pulsante Inizia. Selezionabili diverse “destinazioni” a fare da sfondo ai movimenti del serpentone (Londra, San Paolo, San Francisco oppure “Mondo” per la mappa globale).

La versione mobile dell’Easter Egg di Snake – che comunque non siamo riusciti a rintracciare nel corso dei nostri test – resterà disponibile per una sola settimana, mentre la pagina Web dedicata al passatempo dovrebbe restare on-line a tempo indefinito. Non ci si aspetti una sfida particolarmente intensa, comunque: l’andatura del tram-serpentone è a dir poco placida, non sembra accelerare mai ed è ad anni luce di distanza dal ritmo di Nibbler, il classico degli arcade per giocatori (nevrotici) dai riflessi pronti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.