instagram come funziona

HowTo | Software

INSTAGRAM come funziona e come farsi seguire – guida e consigli

Martina Pedretti | 30 Settembre 2018

Instagram come funziona? Il social di fotografia è diventato il più popolare e il più ricco di funzioni divertenti negli […]

Instagram come funziona? Il social di fotografia è diventato il più popolare e il più ricco di funzioni divertenti negli ultimi tempo. Ma ecco come usarlo al meglio e come farsi seguire.

Instagram come funziona? Dal lontano 2010, Instagram si è pian piano fatto largo tra i tanti social network, diventato uno dei più apprezzati al mondo. Oltre a intrattenere e permettere la condivisione dei propri foto e video, ha creato moltissimi posti di lavoro dando vita al mestiere dell’influencer. Sono tanti infatti quegli utenti che chiamano Instagram il proprio lavoro e che, grazie ad aziende esterne, riescono a crearsi un guadagno basato sul seguito e sulla qualità dei contenuti.

Instagram cos’è

Instagram è un social network appartenente a Facebook dedicato alla condivisione di foto e video. Gli utenti iscritti alla community hanno un profilo personale, nel quale possono caricare foto o video, che verranno poi riunite creando un album fotografico scorrevole. Nel corso degli anni Instagram si è arrichito di funzioni grazie a diversi aggiornamenti, fino a renderlo un social particolarmente popolare.

Per registrarsi a Instagram basta avere un dispositivo Android, iOS o Windows Phone e cercare l’app nei rispettivi Google Play, Apple Store e Microsoft Store. Una volta scaricata sarà necessario iscriversi e creare un proprio account. Per fare questo è possibile dare vita a un account registrando la propria email o collegandosi al profilo Facebook.

Instagram come funziona

Dopo aver scelto un nome utente e aver cercato i propri amici o le celebrità più amate, è arrivato il momento di scoprire le funzioni di Instagram.

Il profilo utente può essere privato o pubblico, in base alla privacy che si decide di adottare. Se preferite che l’account sia visualizzato solo da persone che conoscete e non da occhi indiscreti, l’opzione privata è quello che fa per voi. Il profilo pubblico è il più gettonato, in quanto permette una visibilità maggiore. Tra le opzioni esiste anche quella del profilo aziendale, utilizzato da aziende che promuovono i propri prodotti o da personalità rinomate che fanno di Instagram un guadagno.

È fondamentale sapere che il social offre la possibilità di modificare le proprie foto con una gamma di filtri e parametri per il ritocco digitale come contrasto, luminosità, nitidezza, sfumatura e tanti altri. Nonostante questo spesso si ricorre alla modifica con app esterne con maggiori funzionalità e una gamma di filtri più vasta e particolare.

Instagram come funziona follower e hashtag

Le nozioni base per scoprire il mondo di Instagram sono essenzialmente due: follower e hashtag. Essendo un social network basato sulla condivisione, è necessario infatti crearsi un seguito, ma anche fare parte del seguito altrui. Infatti esistono i follower, ovvero le persone che scelgono di seguire il vostro profilo, e i following, ovvero coloro che voi scegliete di seguire. I post di questi ultimi vi compariranno nella home di Instagram in ordine più o meno cronologico e in formato scorrevole. Potrete interagire con essi attraverso un like, cliccando due volte sulla foto o selezionando l’icona del cuore, o con un commento, selezionando l’icona del fumetto.

Gli hashtag sono delle parole chiave precedute dal cancelletto (#) che diventano un collegamento impertestuale. Se infatti nella didascalia della foto inserirete alcuni hashtag, chiunque ne cliccherà uno sarà reindirizzato a una pagina che raccoglie tutte le foto della community di Instagram che hanno quello stesso hashtag. Questo strumento è molto utile per chi ha il profilo pubblico e vuole crearsi un seguito di persone con gli stessi interessi. Se quindi si posta una foto di una torta appena fatta si potranno usare gli hashtag #torta, #pasticceria, o anche in inglese #bakery, #cake o #diy. In questo caso la vostra foto comparirà insieme a tutte le altre foto che riportano lo stesso elemento di indicizzazione.
Ha la stessa funzione la registrazione del luogo in cui la foto è stata scattata. Grazie all’opzione “Aggiungi luogo” e attivando la posizione del dispositivo, sarà infatti possibile collegare la propria foto al luogo in cui è stata scattata. Oltre a far sapere ai vostri follower dov’è quel bel ristorante in cui avete mangiato una pizza strepitosa, la vostra foto comparirà anche insieme a tutte le altre scattate nello stesso ristorante. Per accedere a questa sezione basta cercare il ristorante nella sezione Esplora, marchiata dalla lente di ingrandimento oppure cliccando sul luogo inserito nella foto.

Instagram come funziona Esplora

Nella sezione Esplora è possibile cercare persone, hashtag e luoghi selezionando la barra di ricerca. Instagram vi propone anche una gamma di post simili alle vostre preferenze dimostrate nel corso della vostra permanenza sul social. Infatti propone, nella stessa pagina, una serie di foto e video postate da persone che non seguite ma che potrebbero interessarvi.

Instagram come funziona tag

Avete fatto una foto che vi piace tanto con quel vostro amico e la volete postare su Instagram? Vi piacerebbe però far sapere a tutti chi è il vostro amico e guarda caso anche lui ha un profilo su Instagram? Il problema si risolve con l’utilizzo dei tag proprio come Facebook e Twitter. Digitando la chiocciola (@) e il nome utente o il nickname dell’amico sarà possibile taggarlo nella foto, ma anche nei commenti o nelle storie.

Instagram come funziona Storie

Una delle funzionalità più nuove, ma che riscuote molto successo è quella delle Storie. Al suo interno racchiude una serie infinita di mini funzioni create per intrattenere al meglio gli utenti. Scopriamole insieme.

Prima di tutto le Storie sono delle foto o dei video di durata ridotta che vengono caricate su Instagram per solo 24 ore, per poi venire archiviate e restare visibili solo a chi le ha postate. Le Stories servono a raccontare brevemente cosa si sta facendo in quel momento, senza impegnarsi nella creazione di un post per il vostro account. Possono essere incluse foto o video già scattate in precedenza, o farne di nuovi direttamente da Instagram.

I tre principali effetti sono Boomerang, Rewind e Superzoom, oltre alla funzione per creare dei video live di durata indefinita. Il primo crea dei mini video che, proprio come un boomerang, si ripetono in modo divertente; il secondo realizza un video completamente al contrario; il terzo, attraverso una gamma di filtri dedicati, crea un divertente effetto di zoom drammatico ai vostri video.

Alle Storie si possono aggiungere gif e tanti diversi adesivi. Con questo ultimo strumento è possibile includere il luogo, il tag o l’hashtag che si vuole, il meteo attuale o l’orario. Esistono anche adesivi interattivi come i sondaggi, le domande, l’indice di gradimento e la musica che si sta ascoltando in quel momento.

Una volta caricata la foto sarà possibile al creatore vedere chi l’ha visualizzata e anche chi l’ha screenshottata, ovvero ha salvato un frame di un video o la foto che avete caricato.

Esistono anche gli Highlight, ovvero quelle storie che proprio vi piacciono e volete inserire nel vostro profilo in modo permanente e non limitato alle 24 ore. Infatti è possibile inserire nel profilo, dividendo in categorie con un titolo, tutte le Storie che raccontano al meglio chi siamo e cosa facciamo. Se siete appassionati di viaggio, potrete creare un album con tutte le Storie di quel viaggio a Berlino, poi di quel viaggio in Turchia e di quella gita a San Marino.

Instagram come funziona Direct

Un’altra opzione è quella dei Direct, ovvero i messaggi privati ai quali si può accedere attraverso l’icona dell’aeroplanino di carta. In parole povere si tratta della chat di Instagram, alla quale si può avere accesso dalla Home cliccando in alto a destra. Inoltre è possibile condividere le foto altrui, selezionando sempre l’aeroplanino, con chiunque e mandare foto in privato.

Un’ultima funzione è quella della recentissima IGTV, la tv di Instagram, spiegata nel dettagli nel nostro articolo dedicato.

Instagram come funziona come farsi seguire

La prima regola per crearsi un seguito è quello di essere sé stessi e creare contenuti interessanti e di qualità. Senza questo in mente non è possibile pensare di dare vita a una realtà che possa piacere ad altri.

Il vostro profilo è come il vostro biglietto da visita. Rendete la descrizione principale divertente e chiara, in modo che sia immediato capire chi siete. Se avete un blog o un sito web potete inserire il link, invitando con un call to action a cliccarci sopra.

Scattare quindi foto belle e arricchirle con una descrizione divertente è d’obbligo. Per rendere più interessante lo scatto, raccontate aneddoti divertenti e inserite quale emoji per acchiappare l’occhio.

Utilizzate sempre la registrazione del luogo, per portare la vostra foto anche nella branchia di community che, anche in un futuro, cercherà proprio quel posto. Insieme a tutto questo dovrete usare anche gli hashtag, ma state attenti al massimo consentito di 30! Taggate sempre i vostri amici che sono nella foto, se siete a un concerto taggate l’artista, se vestite qualcosa di particolare taggate lo stilista o il brand.

Seguite tante persone, ma non troppe e state attenti agli account falsi. Cercate di creare una community che rispecchi i vostri interessi e che possa rivedersi nei vostri scatti.

Se qualcuno commenta la vostra foto rispondete subito. Infatti l’algoritmo di Instagram tende a premiare gli account che interagiscono con i propri seguaci. Ma anche voi non dovete risparmiarvi con i mi piace e i commenti alle foto altrui. Solo così persone che non vi seguono potranno sapere chi siete e interessarsi al vostro profilo.

Siete quindi pronti a iniziare il vostro viaggio su Instagram grazie alla nostra guida e i nostri consigli. Se diventerete un ricco influencer mondiale non dimenticate di citare PcProfessionale!

Potrebbero interessarti anche:

Come si fa a taggare una persona in un video su Instagram

 

https://www.pcprofessionale.it/news/facebook-hackerato/

remix instagram come si fa

HowTo

Come creare un Remix su Instagram

Martina Pedretti | 23 Gennaio 2023

Instagram

Come funzionano i Remix di Reels e post su Instagram Instagram ha lanciato qualche anno fa una funzione, chiamata Reels […]

Come funzionano i Remix di Reels e post su Instagram

Instagram ha lanciato qualche anno fa una funzione, chiamata Reels Remix, che somiglia molto ai duetti di TikTok. La novità permette di creare contenuti rispondendo in video a post di altri creator, per poi pubblicarli sul proprio profilo. Ma come si crea un Remix su Instagram?

Con i Remix di Instagram, gli utenti possono realizzare un Reel dove duettano con il video o la foto di un’altra persona. Ma come lo si crea? Ecco una guida.

  • Aprire Instagram e selezionare il reel con cui fare il Remix;
  • Selezionare l’iconca dei tre puntini in basso nel reel in questione;
  • Fare Tap su Remix e indicare se si vuole che la propria clip appaia in contemporanea con il video originale o in seguito;
  • Fare Tap su Layout a sinistra per selezionare un layout diverso;
  • Registrare il proprio video.

Lo stesso procedimento è da applicare se si vuole  creare il remix di un post e non di un reel. L’unica differenza è che il post farà do sfondo del remix per impostazione predefinita.

Condividendo il Remix di un reel, apparirà il nome utente di Instagram insieme a “Modifica con [nome utente del creator originale]” in basso. Gli utenti posso fare tap su “Remix con [nome utente del creator originale]” per guardare il reel originale e creare eventualmente il proprio remix.

Nel Remix è possibile aggiungere testo, adesivi e modificare audio, o fare voiceover. Tuttavia non tutti gli utenti permettono di duettare con i propri video, sfruttando le impostazioni della privacy per bloccare questa funzionalità.

Se un account pubblico crea un remix di un nostro contenuto, riceveremo una notifica.

the last of us easter egg google come attivarlo

HowTo

Come attivare l’easter egg The Last of Us su Google

Martina Pedretti | 23 Gennaio 2023

the last of us

Su Google arriva un easter egg per il debutto della serie di The Last of Us: ecco come attivarlo e cosa succede

Un nuovo easter egg per The Last of Us è stato introdotto sulla pagina di Ricerca Google. In tutto il mondo ha debuttato la serie ispirata al videogioco e il motore di ricerca ha deciso di celebrarla. Ma come si attiva l’easter egg di The Last of Us?

Come funziona l’easter egg di Google The Last of Us

Per attivare l’easter egg di Google vi basterà scrivere o la parola The Last of Us nella barra di ricerca del browser. Così facendo sullo schermo apparirà un piccolo cerchio rosso con all’interno un fungo. Cliccandolo si darà via a un’animazione che farà apparire una diramazione di funghi Cordyceps. Questo easter egg di Google sembra funzionare sia da smartphone, che da browser. Facendo click ripetutamente, il fungo continuerà a espandersi fino a tutta la schermata.

the last of us easter egg google
L’easter egg

La pagina di ricerca di Google mostra poi due pulsanti nella parte inferiore della pagina. Uno serve per cancellare l’animazione e un altro per condividere il risultato della ricerca tramite Facebook, Twitter o e-mail.

Negli anni Google ci ha regalato tanti easter egg simili, a tema MarvelFriendsIl mago di Ozper la sonda DART, per Velma e per House of the Dragon.

Il fenomeno The Last of Us

The Last of Us sta conquistando il mondo con la nuova serie TV di HBO ispirata all’iconico gioco di Naughty Dog. In Italia lo show è disponibile grazie a Sky e NOW, che permettono la visione in contemporanea con gli USA.

La storia di The Last of Us racconta come, 20 anni dopo lo scoppio di una brutale pandemia da Cordyceps, un fungo che trasforma gli esseri umani in mostri simili a zombie, il cinquantenne Joel, un contrabbandiere ormai privo di qualsiasi speranza verso l’umanità, è costretto a viaggiare attraverso gli USA insieme ad Ellie. Lei è una ragazzina di 14 anni che non ha mai vissuto al di fuori della zona di quarantena e deve raggiungere i ribelli, le Luci.

Twitter Blue, come attivare l'abbonamento annuale

HowTo

Come attivare l’abbonamento annuale su Twitter Blue

Andrea Sanna | 20 Gennaio 2023

Twitter

Qui di seguito scopriamo come è possibile attivare l’abbonamento annuale a Twitter Blue. Ecco quanto emerso dal social

Novità importanti anche per quanto riguarda Twitter Blue. Stando al comunicato emesso da ora è disponibile anche mediante un pagamento annuale. C’è da precisare, però, come si legge sulla pagina dell’Help Center che a oggi la fascia dei Paesi coinvolti in questa mini rivoluzione è piuttosto ridotta. A oggi vediamo infatti:

  • Stati Uniti;
  • Regno Unito;
  • Canada;
  • Australia;
  • Nuova Zelanda;
  • Giappone.

Come è stato reso noto in ognuna delle Nazioni comunicate è stata attivata l’opzione che permette di fare un unico versamento ogni 12 mesi. Si parte da una base di 8 dollari al mese oppure 84 annuali. Ma vediamo quanto segue, nella nota ufficiale:

“Twitter Blue è un abbonamento opt-in a pagamento che aggiunge una spunta blu al tuo account e offre l’accesso anticipato a funzionalità selezionate, come Edit Tweet. Abbonati ora con prezzi localizzati a partire da 8 dollari al mese o 84 dollari all’anno nei Paesi disponibili […]”.

Tra l’altro pare ci sia anche un risparmio di un dollaro rispetto all’abbonamento mensile di Twitter Blue e addirittura 4 in meno di quello attivabile con iOS e/o Android.

Ma c’è da fare una dovuta precisazione. Ebbene perché l’abbonamento annuale, a quanto pare, può essere sottoscritto solo ed esclusivamente dal web e non dal proprio smartphone. Quindi sarà necessario utilizzare le piattaforme più conosciute.

Ecco qui di seguito il listino prezzi reso noto da Help Center.

I prezzi degli abbonamenti - Twitter
I prezzi degli abbonamenti – Twitter

Tra l’altro sempre Twitter ci tiene a precisare che le funzionalità già attive di Blue saranno disponibili una volta abbonati, eccezion fatta per la spunta blu. Qui è richiesto un processo di revisione. Saranno i moderatori, infatti, a verificare che l’utente abbia i requisiti specifici per poter disporre di tale privilegio.

Per concludere ricordiamo che la versione a pagamento di Twitter Blue sarà disponibile a breve anche in altri Paesi. I nuovi account, invece, per abbonarsi dovranno attendere almeno 90 giorni: “Potremmo anche imporre periodi di attesa per i nuovi account in futuro a nostra discrezione e senza preavviso”, si apprende.

Che ne pensate di questa nuova trovata di Twitter?

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.