Nitrato di ammonio (infiammabile)

Internet

Che cos’è il nitrato di ammonio, un’infografica

Alfonso Maruccia | 7 Agosto 2020

Chimica Infografica Servizi Web

Compound Interest ha pubblicato una nuova infografica sul nitrato di ammonio, l’argomento più chiacchierato del momento in seguito alla devastante esplosione che ha raso al suolo Beirut.

Una gigantesca esplosione che ha provocato almeno 157 morti, 5.000 feriti, 300.000 sfollati e danni per 10-15 miliardi alla già fallimentare economia del Libano: l’esplosione del porto di Beirut avvenuta il 4 agosto scorso è oramai sulla bocca di tutti, così come la sostanza che l’ha provocata. Il nitrato di ammonio è un composto piuttosto comune, ma se viene trattato e stoccato in maniera incorretta può scatenare incidenti estremamente gravi.

Per chiarire ed esemplificare gli aspetti scientifici connessi all’incidente, il sito Compound Interest ha pubblicato un’altra delle sue infografiche (in inglese) dedicata appunto al nitrato di ammonio. Composto chimico che si presenta sotto forma di cristalli incolori e inodori, il nitrato di ammonio viene prodotto in quantità industriali ed è usato prevalentemente come fertilizzante grazie alla sua capacità di rilasciare azoto.

Nitrato di Ammonio - infografica

La gigantesca esplosione del porto libanese (una delle più grandi esplosioni non-nucleari della storia) aveva inizialmente fatto pensare a un attentato o a un’azione di guerra, e non a caso il nitrato di ammonio viene in parte utilizzato (per il 22%) come componente di esplosivi e bombe. La sostanza pura non esplode facilmente, ma il rischio aumenta in presenza di impurità o se non viene trattata in maniera adeguata.

Nel caso di Beirut, un’incredibile serie di casi di incuria, sciatteria, incompetenza ed errori burocratici ha portato alla trasformazione di un magazzino di stoccaggio in un autentico inferno termico. Secondo le ipotesi, una saldatura rabberciata avrebbe provocato le scintille che hanno poi fatto esplodere la bellezza di 2750 tonnellate di nitrato di ammonio, il porto libanese, centinaia di persone e migliaia di palazzi in un raggio di qualche chilometro.

Atomo, tavola periodica degli elementi

HowTo

Origine degli elementi conosciuti, un’infografica

Alfonso Maruccia | 19 Agosto 2020

Chimica Design Grafica Servizi Web

Wikimedia Commons ospita un’interessante infografica sull’origine probabile di tutti gli elementi conosciuti. Si parte col Big Bang e si arriva ai (rari) elementi instabili creati dall’uomo.

Prendendo a prestito lo schema di classificazione tradizionale della tavola periodica degli elementi, un illustratore amatoriale ha realizzato uno schema vettoriale (in formato SVG) pensato per rappresentare l’origine di tutti gli elementi inclusi nella suddetta tavola. Un lavoro grafico affascinante ma anche potenzialmente molto utile nei compiti di chimica per chi va a scuola.

Il file SVG originale è ospitato sulla piattaforma di Wikimedia Commons, è distribuito tramite licenza Creative Commons CC BY-SA 3.0 ed è utilizzato da svariate pagine di Wikipedia come quella (in inglese) sull’abbondanza degli elementi chimici.

Origine degli elementi - Infografica

Come indicato dall’autore, l’infografica è basata sui dati compilati da Jennifer Johnson (Ohio State University) e rappresenta l’origine stimata degli elementi individuati dall’uomo nel Sistema Solare. Dallo schema si evince che tutto l’idrogeno e buona parte dell’elio derivano dall’esplosione cosmogonica che ha dato origine all’universo (colloquialmente nota come Big Bang), che il carbonio del nostro corpo così come l’ossigeno derivano dalle esplosioni stellari e che quindi siamo tutti, a tutti gli effetti, “polvere di stelle”.

Altre informazioni interessanti esemplificate nell’infografica riguardano il ferro, quasi tutto derivato dalle ciclopiche detonazioni di stelle lontane entrate in fase di supernova, e l’oro che deriva dalle collisioni (ancora più ciclopiche) di stelle di neutroni super-compatte.

Anche se, come avvertono i ricercatori, l’origine nucleare di elementi come il rame è ancora dibattuta, un lavoro di rappresentazione grafica come quella che presentiamo in questa guida offre un’interessante spunto di studio e approfondimento. Per appassionati, studenti o semplici curiosi di nozioni di chimica e dintorni.

Caminetto virtuale

Internet

Trasformare lo schermo del PC o della Smart TV in un caminetto virtuale con YouTube

Alfonso Maruccia | 30 Dicembre 2020

COVID-19 Servizi Web Streaming YouTube

Grazie allo streaming di YouTube è possibile replicare, ancorché in maniera virtuale, l’esperienza rilassante del caminetto sugli schermi moderni. Ideale per Smart TV e non solo.

Sebbene il 2020 sia stato un anno decisamente anomalo a causa della pandemia di COVID-19, l’arrivo di dicembre, delle festività di fine anno e del primo, vero freddo stagionale incoraggia come da tradizione l’uso del fuoco nelle abitazioni dotate di camino. Per chi invece il camino non ce l’ha, la tecnologia è in grado di fornire un surrogato virtuale ma potenzialmente utilissimo per ravvivare cucine, sale da pranzo o soggiorni living.

Basta avere a disposizione una Smart TV dotata di accesso a Internet e app per lo streaming via YouTube, un PC collegato a un televisore o anche un dongle Chromecast configurato per l’accesso al portale di video-sharing di Google. Le dimensioni non sono importanti, anche se ovviamente maggiore è la diagonale del display più soddisfacente sarà l’esperienza visiva.

YouTube offre un numero sterminato di clip video in loop che riprendono il fuoco acceso di un caminetto a distanza ravvicinata, con tanto di crepitio del legno e gli altri effetti “ambientali” correlati. Basta cercare fireplace, caminetto o termini similari per trovare un gran numero di risultati utili allo scopo.

Esistono ovviamente anche canali dedicati ai caminetti virtuali come Virtual Fireplace, e ogni sorta di variazione sul tema con musiche natalizie sullo sfondo, animali domestici accucciati, pacchi natalizi e chi più ne ha più ne metta. Per facilitarvi il compito, abbiamo selezionato tre diversi caminetti virtuali da cui cominciare lo streaming festivo senza bisogno di ricerche o clic aggiuntivi.

https://www.youtube.com/watch?v=0fYL_qiDYf0

Il primo caminetto virtuale lo offre Virtual Fireplace, una clip della durata di due ore perfettamente centrata sui ceppi che sfrigolano e bruciano. La risoluzione massima è Full HD, la definizione non esaltante, il crepitio sonoro è cristallino e ha un effetto catartico come da copione.

La seconda clip dura la bellezza di 10 ore, ed è quindi ideale per le lunghe cene estive o i pomeriggi passati in compagnia dei (pochi) parenti in visita consentiti dalle norme anti-pandemia del governo. Risoluzione Full HD anche in questo caso, ottima definizione ed effetti sonoro ma un vistoso “stacco” di pochi frame a ogni minuto, in corrispondenza dell’avvio del loop successivo.

https://www.youtube.com/watch?v=vQpySz8kOKg

L’ultima clip che segnaliamo è infine quella che offre la migliore qualità visiva, con un primissimo piano del legno che brucia e una risoluzione che arriva fino all’Ultra HD/4K. Tre ore di durata in tutto, in questo caso, che è ovviamente possibile impostare per la visione con loop infinito in caso di necessità.

Ridimensionare PNG con Online PNG Tools

Internet

Ridimensionare le immagini PNG sul Web con Online PNG Tools

Alfonso Maruccia | 21 Dicembre 2020

Grafica Servizi Web

Online PNG Tools fornisce un’alternativa semplice e veloce ai programmi per la modifica delle immagini in locale. Ottimo per preservare le trasparenze e non solo.

I programmi per la modifica e la manipolazione delle immagini PNG (e non solo) non mancano certo di alternative anche gratuite e open source. Nel caso in cui non volessimo, o non potessimo utilizzare un software da installare in locale, anche sul Web c’è un mercato strapieno di offerte utili a raggiungere l’obiettivo.

Lo strumento che prendiamo in considerazione in questa guida è in particolare Online PNG Tools, sito parte del network Online Image Tools utilizzabile per ridimensionare le immagini codificate nel formato nato per prendere il posto del vetusto e tradizionale formato GIF. Le immagini PNG supportano la codifica lossless dei dati senza perdita di informazioni, così come la trasparenza e altre caratteristiche avanzate.

Grazie a Online PNG Tools, il ridimensionamento delle immagini PNG è senza fallo ed è in grado di preservare le trasparenze eventualmente presenti nell’immagine. Basta accedere al sito, trascinare il file PNG che desideriamo ridimensionare nello spazio vuoto sulla sinistra, impostare le dimensioni e le proporzioni nelle caselle delle opzioni in basso, infine salvare l’immagine risultate sulla destra tramite il pulsante Save as e poi Download.

Ridimensionare PNG - 1
Ridimensionare PNG - 2

I file PNG manipolati da Online PNG Tools avranno le dimensioni e le proporzioni specificate, e continueranno a essere trasparenti come gli originali. L’uso del servizio, così come gli altri siti della galassia Browserling, è gratuito per l’utente finale.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.