Outlook

Programmare l’invio posticipato delle e-mail con Outlook.com

Ora anche Outlook permette di posticipare l’invio dei messaggi di posta elettronica come già era possibile fare con Gmail.

Gmail permette da tempo di ritardare e posticipare l’invio di una missiva elettronica attraverso una pratica funzionalità di programmazione con tanto di calendario. A quasi un anno e mezzo di distanza, ora anche Outlook.com include un’opzione sostanzialmente identica per le comunicazioni dilatate nel tempo.

La Webmail di Microsoft cerca come al solito di rincorrere le caratteristiche più avanzate della concorrente di sempre. Per specificare l’invio posticipato di una e-mail, occorre prima di tutto aprire una scheda di composizione per un nuovo messaggio tramite l’apposito pulsante in alto a sinistra dalla pagina principale di Outlook.com.

Outlook mail posticipate - 1

Terminato il lavoro di composizione, potremo fare clic sull’icona del Menu a tendina del pulsante Invia presente in basso, quindi fare clic sulla voce Invia in seguito.

Outlook mail posticipate - 2

A questo punto Outlook.com proporrà un pratico calendario da cui potremo scegliere giorno e ora per l’invio posticipato, confermando infine la scelta con il pulsante Invia in basso a sinistra.

Outlook mail posticipate - 3

Dopo alcuni secondi di attesa, la procedura di “Invio in corso” verrà completata e il messaggio verrà archiviato nella cartella delle Bozze fino allo scoccare della data e dell’ora specificate per l’invio effettivo. Finché si troverà nelle bozze, comunque, il messaggio potrà essere modificato senza problemi sia nei contenuti che nei tempi di spedizione.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.