Windows 10 20H2 (October 2020 Update)

Nascondere le schede di Microsoft Edge nel Task Switcher di Windows 10 20H2

Microsoft ha deciso di sottomettere il Task Switcher di Windows 10 20H2 al nuovo browser Edge, generando il caos sul Desktop. Ecco come risolvere il problema.

Windows 10 20H2, anche noto come October 2020 Update, è un aggiornamento di Windows che include sorprese potenzialmente molto spiacevoli per l’utilizzo quotidiano del PC. Non bastassero le pagine del Pannello di Controllo sostituite da Impostazioni, Microsoft ha deciso di cambiare in maniera significativa anche il comportamento del Task Switcher richiamabile tramite la solita combinazione da tastiera Alt+Tab.

Secondo le impostazioni di default di Windows 10 20H2, il Task Switcher (noto in italiano come Visualizzazione Attività) è programmato per mostrare le finestre delle varie applicazioni aperte al momento ma anche le schede del nuovo browser Edge (ChrEdge). A ogni scheda del browser corrisponde ora un elemento visualizzato nel Task Switcher.

Task Switcher ed Edge - 1

Com’è comprensibile a chiunque abbia utilizzato un PC per più di cinque minuti, visualizzare le singole schede delle pagine Web assieme alle finestre dei programmi porta molto velocemente il caos sul desktop e nell’uso stesso del PC.

Fortunatamente è possibile ripristinare il comportamento del Task Switcher tradizionale aprendo la app Impostazioni (Win+I), selezionando Sistema e quindi Multitasking dalla colonna a sinistra. Potremo quindi scorrere le opzioni presenti sulla pagina fino a raggiungere la sezione ALT+TAB, scegliendo l’opzione Solo finestre aperte dal Menu a tendina corrispondente alla voce Premendo ALT+TAB compare.

Task Switcher ed Edge - 2

A questo punto la visualizzazione delle schede di Edge/ChrEdge occuperà il consueto setup mono-finestra e il Task Switcher tornerà a manifestare quel minimo di sanità mentale che aveva in precedenza.

Task Switcher ed Edge - 3
PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.