Logo Intel

Intel, nuova acquisizione per i chip programmabili

Il colosso dei microchip annuncia l’acquisizione di un’azienda specializzata in chip ASIC, soluzioni di calcolo pensate per scopi specifici che permetteranno alla corporation di diversificare la produzione futura.

Intel ha annunciato di aver inglobato eASIC, produttore specializzato nella realizzazione di soluzioni di calcolo a base di Application-Specific Integrated Circuit (ASIC). Un “colpo” messo a segno alle porte di casa, visto che anche eASIC ha sede a Santa Clara, e che permetterà alla corporation di estendere la propria offerta oltre il mercato delle CPU tradizionali.

Se i chip x86 possono infatti essere “programmati” di volta in volta dal software per servire scenari di calcolo generici, i chip ASIC vanno oltre il design general-purpose di una CPU per agire da acceleratori in applicazioni specifiche. Usare un processore ASIC rispetto a una CPU ha il vantaggio di ridurre al minimo indispensabile i consumi energetici pur garantendo alte prestazioni.

Chip ASIC
Un esempio di chip ASIC

eASIC è attiva nel business delle soluzioni ASIC da 19 anni, sottolinea Intel, e ora contribuirà con le sue proprietà intellettuali al gruppo Programmable Solutions della corporation; i primi mercati interessati dalle nuove offerte ASIC di Intel saranno i modem cellulari di quarta (4G) e quinta generazione (5G), così come i dispositivi della Internet delle Cose (IoT).

Per il prossimo futuro, invece, Intel prevede di poter integrare i design custom di eASIC con la propria tecnologia Embedded Multi-Die Interconnect Bridge o EMIB (già vista in azione con il connubio di CPU Core e GPU AMD Radeon RX Vega M) e i design FPGA già esistenti su un unico package.

PCProfessionale © riproduzione riservata.