Tablet

Il mercato dei tablet in declino costante

Ancora un trimestre negativo per il business dei dispositivi touch, un mercato dove sono davvero in pochi a guadagnarci. Ma in futuro dovrebbe migliorare, dicono gli analisti.

La società di analisi IDC ha pubblicato le ultime stime sul numero di tablet commercializzati durante il secondo trimestre dell’anno, e si tratta ancora una volta di cifre negative. Il business delle “tavolette” è in caduta libera da anni, anche se i nuovi dispositivi “premium” dovrebbero nel prossimo futuro rivitalizzare un po’ il settore.

Le stime di IDC riferite al secondo trimestre del 2018 parlano di 33 milioni di tablet commercializzati, con un -13.5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso; si tratta del quindicesimo trimestre in calo, dicono ancora gli analisti, e dal declino a singola cifra del 2017 si è ora passati a quello a doppia cifra nei primi due trimestri del 2018.

Tablet, stime IDC
Le ultime stime IDC sul mercato dei tablet

Il rapporto IDC include sia i tablet “puri” che i convertibili come la linea Surface di Microsoft, anche se il colosso di Redmond ha un giro di affari decisamente inferiore rispetto alla concorrenza: Apple, Samsung e Huawei si spartiscono il podio dei maggiori produttori, sebbene a incrementare il business siano solo Cupertino (+0,9%, appena 100.000 unità in più) e la corporation cinese (+7,7%) con gli altri a registrare numeri in perdita.

Quel che è certo è che la smania di acquisto dei tablet è andata sostanzialmente in pensione, e ora il dispositivo che secondo alcuni (Apple in primis) avrebbe dovuto sostituire i PC nelle case e nelle aziende muove un volume di affari che è quasi inferiore alla metà di quello dei computer tradizionali.

In ogni caso non tutto è perduto per il mercato dei tablet: stando all’analista IDC Jitesh Ubrani, nel prossimo futuro la categoria dei convertibili e dei prodotti premium (Microsoft, Apple) dovrebbero continuare a trainare il business fintanto che le aspettative degli utenti su performance e software verranno soddisfatte.

PCProfessionale © riproduzione riservata.