Origin EON17-X

Origin EON17-X, laptop da gaming con una CPU desktop

Origin PC ha assemblato un paio di laptop basati su CPU Comet Lake-S, e ora si vanta giustamente di un sistema che risulta più potente dei desktop medi più recenti.

Ieri sono arrivate sul mercato le CPU Intel Comet Lake-S, chip Core di decima generazione che vogliono imporre un nuovo standard di prestazioni per i PC desktop di ultima generazione. Origin PC ha invece sfruttato l’occasione per proporre un paio di laptop equipaggiati con CPU di classe desktop. Uno sproposito, per le performance ma soprattutto per il costo necessario ad acquistare uno di questi super-sistemi.

Il nuovo laptop Origin più interessante è EON17-X, sistema da gioco costruito attorno al processore Core i9-10900KF. Si tratta, com’è noto, della variante della potente CPU Core i9-10900K priva di GPU integrata, un mostro di potenza (10 core/20 thread) capace di raggiungere una velocità massima di 5,3GHz su singolo core al costo di temperature non eccessivamente alte e con un consumo energetico (TDP) da 125W.

Origin EON17-X - 1

Per non farsi mancare proprio niente, Origin PC (marchio americano sussidiario di Corsair) ha accoppiato la CPU Core i9-10900KF con una GPU GeForce RTX 2080 SUPER con design Max-P. Lo schermo (G-Sync) è a scelta tra Full HD (144HZ o 240Hz) oppure 4K (60Hz), lo storage può arrivare a 8TB (con diversi dischi), la RAM a 64GB. Completano la dotazione porte mini-Display Port 1.4, HDMI, Ethernet, cinque porte USB con due USB-C. Obbligatorio il lettore di schede microSD, così come la retroilluminazione RGB della tastiera.

Origin EON17-X - 2

Il modello e l’hardware di base (CPU, GPU) del sistema EON17-X sono gli stessi di NS-17, altro super-laptop che Origin PC offre però al settore professionale ed enthusiast come workstation adatta alla mobilità. Il prezzo di partenza per entrambe i laptop è $2.600, ed è altresì possibile richiedere la stampa di una grafica custom sulla scocca. A quel prezzo ci pare davvero il minimo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.