Google Pixel 4a render

Google Pixel 4a 5G e Pixel 5 con Snapdragon 765G?

In base alle ultime indiscrezioni, Google ha pianificato il lancio dei Pixel 4a 5G e Pixel 5, entrambi con processore Snapdragon 765G e modem 5G.

Fin dal debutto dei Pixel, avvenuto ad ottobre 2016, Google ha sempre annunciato due modelli per ogni serie. In base alle ultime indiscrezioni sembra che l’azienda di Mountain View apporterà importanti modifiche alla lineup del 2020. Oltre al noto Pixel 4a è previsto infatti il lancio dei Pixel 4a 5G e Pixel 5, entrambi con processore Snapdragon 765G e quindi con modem 5G integrato. Non sono tuttavia chiare le differenze tra i due smartphone.

Il Pixel 4a (nome in codice sunfish), il successore del Pixel 3a che doveva essere annunciato durante la conferenza Google I/O 2020 (annullata a causa della pandemia COVID-19), sarà il modello più economico con processore Snapdragon 730 e singola fotocamera posteriore. Non è invece previsto il lancio di un Pixel 4a XL (successore del Pixel 3a XL). Nel codice dell’app Google Search beta sono stati individuati anche riferimenti ai Pixel 4a 5G (bramble) e Pixel 5 (redfin).

Sia Pixel 4a 5G che Pixel 5 dovrebbero avere il processore Snapdragon 765G con modem Snapdragon X52 5G integrato e due fotocamere posteriori. Le principali differenze sarebbero le dimensioni dello schermo (più grande per Pixel 4a 5G) e il tipo di materiale per il telaio (plastica e alluminio/vetro, rispettivamente). Solo il Pixel 4a 5G dovrebbe avere il jack audio da 3,5 millimetri, mentre il Pixel 5 potrebbe supportare la ricarica wireless. Non è previsto il lancio di un Pixel 5 XL.

Nessuno dei tre smartphone (Pixel 4a, Pixel 4a 5G e Pixel 5) avrà il sensore Soli per la funzionalità Motion Sense. Lo sblocco avverrà tramite lettore di impronte digitali. Se le indiscrezioni verranno confermate, Google non offrirà più un modello di fascia alta.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.