iPhone 11 Pro

iPhone 12, Qualcomm conferma il lancio ad ottobre

Qualcomm ha indirettamente confermato che il lancio dei nuovi iPhone 12 è stato posticipati al mese di ottobre, a causa della pandemia COVID-19.

Da qualche settimana circolano voci su un possibile lancio posticipato dei nuovi iPhone 12, a causa della pandemia COVID-19. Qualcomm ha indirettamente confermato questa eventualità nel documento relativo ai risultati finanziari del terzo trimestre fiscale (aprile-giugno 2020). Come è noto, l’azienda californiana fornirà i modem 5G ad Apple per i prossimi sei anni.

Qualcomm ha registrato entrate per 4,89 miliardi di dollari, quindi simile al dato del terzo trimestre 2019, in quanto i 9,63 miliardi dell’anno scorso includono i 4,7 miliardi ricevuti da Apple in seguito all’accordo sulle royalty relative alle tecnologie cellulari. Anche il profitto netto è rimasto invariato (845 milioni di dollari).

Il documento fiscale contiene due interessanti informazioni. La prima riguarda il pagamento di 1,8 miliardi di dollari da parte di Huawei. La somma pone fine allo scontro legale in relazione a royalty non pagate dal produttore cinese per l’uso delle tecnologie wireless di Qualcomm. Le entrate previste per il quarto trimestre (luglio-settembre) aumenteranno quindi da 7,3 a 8,1 miliardi di dollari.

La seconda e più importante notizia riguarda Apple. Nel documento è scritto che le previsioni per il prossimo trimestre fiscale tengono conto del “ritardo del lancio di uno smartphone 5G di fascia alta“. Anche se non viene specificato il nome è ovvio il riferimento agli iPhone 12. I quattro modelli con modem 5G di Qualcomm verranno quindi annunciati ad ottobre con un mese di ritardo rispetto alla tradizionale roadmap. Gli attuale iPhone 11 sono stati presentati il 10 settembre 2019.

Il ritardo è chiaramente da attribuire alla pandemia COVID-19 che ha rallentato la progettazione e la produzione degli smartphone, in seguito alla chiusura degli uffici e delle fabbriche.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.