Motorola One Fusion+

Motorola One Fusion, design e possibili specifiche

Il Motorola One Fusion dovrebbe avere uno schermo da 6,5 pollici con notch a goccia, processore Snapdragon 710, 4 GB di RAM e 64 GB di storage.

Il Motorola Edge Lite non sarà l’unico smartphone che verrà annunciato nelle prossime settimane. Il produttore statunitense ha infatti pianificato il lancio del Motorola One Fusion, versione economica del Motorola One Fusion+ presentato all’inizio del mese. L’esistenza del nuovo modello è stata confermata da Google, in quanto incluso nel catalogo della Play Console e in quello dei dispositivi consigliati per le aziende.

Motorola One Fusion: design e specifiche

L’unica immagine presente nel catalogo della Google Play Console è piuttosto piccola, ma grande abbastanza per vedere il design. Il Motorola One Fusion ha un tradizionale notch a goccia nella parte superiore dello schermo. Il Motorola One Fusion+ ha invece una fotocamera frontale pop-up che viene spinta all’esterno da un meccanismo motorizzato (visibile nell’immagine in evidenza).

Motorola One Fusion leak

Google ha svelato anche alcune specifiche dello smartphone: display da 6,5 pollici con risoluzione HD+ (1600×720 pixel), processore octa core Snapdragon 710, 4 GB di RAM e 64 GB di storage. Rispetto al “fratello maggiore” diminuisce quindi la risoluzione dello schermo, ma la diagonale rimane invariata. Anche il One Fusion dovrebbe avere quattro fotocamere posteriori. Per quella principale si prevede un sensore da 48 megapixel, mentre le altre potrebbe avere gli stessi sensori del modello Plus, ovvero 8, 5 e 2 megapixel (ultra grandangolare, macro e profondità).

Non dovrebbero esserci ulteriori differenze, quindi sembra confermata la batteria da 5.000 mAh. Il sistema operativo sarà ovviamente Android 10. Certa la presenza della nuova My UX che include le precedenti Moto Experience e aggiunge altre funzionalità per la personalizzazione dello smartphone. Secondo un noto leaker, il nuovo modello debutterà entro fine giugno. Non è noto se verrà distribuito in Italia.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.