Motorola One Fusion

Motorola One Fusion, nuovo smartphone di fascia media

Il Motorola One Fusion ha uno schermo da 6,5 pollici con notch, processore Snapdragon 710, 4 GB di RAM, 64 GB di storage e quattro fotocamere posteriori.

Come anticipato a fine giugno, Motorola ha annunciato il One Fusion, versione più economica del One Fusion+ presentato all’inizio del mese scorso e venduto anche in Italia. Questo nuovo modello ha ovviamente specifiche inferiori, ma comunque interessanti considerato il prezzo.

Motorola One Fusion, specifiche complete

La principale differenza rispetto al One Fusion+ (visibile all’esterno) è rappresentata dalla fotocamera frontale. Non solo è stato scelto un sensore con risoluzione inferiore (8 megapixel invece di 16 megapixel), ma anche un diverso layout. La lente è infatti ospitata dal notch a goccia nella parte superiore dello schermo (il One Fusion+ ha un meccanismo pop-up). Identica la diagonale del display Max Vision (6,5 pollici), ma la risoluzione scende da full HD+ (2340×1080 pixel) ad HD+ (1600×720 pixel).

Motorola One Fusion

La dotazione hardware comprende il processore octa core Snapdragon 710, 4 GB di RAM e 64 GB di storage, espandibili con schede microSD fino a 512 GB. Le quattro fotocamere posteriori, posizionate in verticale nell’angolo superiore sinistro, hanno sensori da 48, 8, 5 e 2 megapixel (standard, ultra grandangolare, macro e profondità).

La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11b/g/n, Bluetooth 5.0, GPS e LTE con supporto dual SIM. Sono inoltre presenti il lettore di impronte digitali sul retro (sotto il logo M), la porta USB Type-C, il jack audio da 3,5 millimetri e il pulsante dedicato per Google Assistant. La batteria ha una capacità di 5.000 mAh.

Il sistema operativo è Android 10 con interfaccia My UX che offre le precedenti Motorola Experiences e altre nuove funzionalità. Il Motorola One Fusion è disponibile nelle colorazioni Emerald Green e Deep Sapphire Blue in alcuni paesi dell’America Latina. Il prezzo è circa 250 euro. Non è noto se è quando arriverà in Italia.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.