Samsung ISOCELL

Samsung lancerà una fotocamera da 600 megapixel?

Un'immagine conferma l'intenzione di sviluppare un sensore fotografico da 600 megapixel, ma Samsung deve prima risolvere il problema dell'eccessiva dimensione.

Samsung ha avviato lo sviluppo di un sensore fotografico da 600 megapixel. Il noto leaker Ice universe ha pubblicato su Twitter un’immagine che conferma le intenzioni del produttore coreano. Prima dell’arrivo sul mercato si dovranno però risolvere alcuni problemi, tra cui la dimensione eccessiva del modulo fotografico.

Il migliore sensore fotografico di Samsung è attualmente ISOCELL HM2 da 108 megapixel con formato 1/1.52″ e pixel da 0,7 micrometri. Il precedente ISOCELL HM1 da 108 megapixel, utilizzato nei Galaxy S20 Ultra e Galaxy Note 20 Ultra, ha un formato 1/1.33″ e pixel da 0,8 micrometri.

Un dirigente di Samsung aveva promesso l’arrivo di un sensore con una risoluzione superiore a quella dell’occhio umano (circa 500 megapixel). L’immagine conferma lo sviluppo di un sensore da 600 megapixel, ma evidenzia anche i limiti tecnici.

Un numero così elevato di pixel comporta un incremento delle dimensioni del sensore fino a 1/0.57″, utilizzando pixel da 0,8 micrometri. Il sensore occuperebbe un’area fino al 12% in più all’interno dello smartphone e soprattutto il modulo fotografico avrebbe una sporgenza di 13,2 millimetri, considerando lo spessore dello smartphone pari a 8,8 millimetri.

La dimensione dei singoli pixel non può essere ridotta eccessivamente, in quanto verrebbe catturata poca luce. Il problema si può compensare in parte con il “pixel binning” (unione di pixel adiacenti), ma non è garantita una qualità soddisfacente degli scatti effettuati con una fotocamera da 600 megapixel.

Samsung vuole tuttavia realizzare un simile sensore per offrire uno zoom migliore con la registrazione video a risoluzione 4K e 8K. Difficilmente questo risultato verrà ottenuto nel 2021. Quasi certamente i futuri Galaxy S21 utilizzeranno ancora il sensore ISOCELL HM2 da 108 megapixel.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.

Nessun Articolo da visualizzare