Samsung Galaxy Tab S7+ render

Samsung Galaxy Tab S7+, schermo da 12,4 pollici?

Il Samsung Galaxy Tab S7+ dovrebbe avere uno schermo Dynamic AMOLED da 12,4 pollici con refresh rate di 120 Hz e due fotocamere posteriori.

Dopo i render del Galaxy Tab S7, il sito Pigtou ha pubblicato anche quelli del Samsung Galaxy Tab S7+ in collaborazione con il noto leaker Steve Hemmerstoffer (alias @OnLeaks). Il tablet possiede ovviamente un design simile, ma uno schermo più grande, probabilmente da 12,4 pollici.

I render sono stati ricavati dai disegni CAD, utilizzati ad esempio dai produttori di custodie protettive, quindi l’aspetto finale non dovrebbe cambiare molto. Il Samsung Galaxy Tab S7+ è un tablet di fascia alta che competerà con l’iPad Pro da 12,9 pollici. Si tratta dunque di un dispositivo pensato principalmente per i professionisti e l’utenza aziendale in generale. Lungo il bordo sinistro si possono infatti notare i connettori per la tastiera che trasforma il tablet in un notebook.

Samsung Galaxy Tab S7+ render

Le linee delle antenne confermano l’uso dell’alluminio per la cover. Lo spessore delle cornici è piuttosto ridotto, ma sufficiente per integrare la fotocamera frontale in quella di destra (Samsung suggerisce quindi l’utilizzo in orizzontale). Lo schermo da 12,4 pollici dovrebbe avere un pannello Dynamic AMOLED con refresh rate di 120 Hz. Sul retro si vedono il modulo fotografico con due lenti e l’incavo per fissare magneticamente la stilo S Pen.

La dotazione hardware dovrebbe comprendere il processore Snapdragon 865 (abbinato al modem Snapdragon X55 5G), almeno 6 GB di RAM, 128 GB di storage e una batteria da 9.800 mAh. Il sistema operativo sarà ovviamente Android 10. L’annuncio è previsto nel corso del mese di luglio, ma si attende la conferma ufficiale da Samsung. Fino ad allora continueranno a trapelare nuove indiscrezioni sui Galaxy Tab S7/S7+.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.