Nintendo Switch

Nintendo, nuovo modello di Switch e cause legali contro i payload injector

La casa nipponica sarebbe al lavoro su un modello rinnovato di Switch, mentre gli avvocati sono sempre attivi nel minacciare gli sviluppatori di progetti amatoriali per la console.

In attesa delle meraviglie tecnologiche rese possibili dall’hardware di PlayStation 5 e Xbox Series X, Nintendo è impegnata a estendere la vita commerciale di Switch quanto più a lungo è possibile. La console di ottava generazione della casa di Kyoto è estremamente popolare, e nel prossimo futuro non sono previsti piani per il debutto di hardware next-gen per Zelda, Mario e le altre esperienze videoludiche Nintendo.

La console Switch non lascia, anzi raddoppia: secondo gli ultimi rumor provenienti da Taiwan, un nuovo modello di Switch dovrebbe entrare in produzione nel quarto trimestre del 2020. Per il lancio, invece, si parla del primo trimestre dell’anno prossimo.

Legend of Zelda: Breath of the Wild per Nintendo Switch

Indiscrezioni ricorrenti, quelle sulle iterazioni successive di Switch, che in passato avevano anticipato l’arrivo del modello Lite e di una nuova revisione con durata della batteria aumentata. Per quanto riguarda le presunte caratteristiche del nuovo Switch, i rumor parlano di una “interattività migliorata” e di un display di maggiore qualità.

In attesa di conferme ufficiali da parte di Kyoto, Nintendo continua la sua ben nota battaglia legale contro gli abusi, o anche gli usi non autorizzati delle sue proprietà intellettuali. Il nuovo obiettivo in tal senso è DragonInjector, un piccolo adattatore hardware con cui poter installare un firmware custom su Switch. MatinatorX, il creatore del progetto di payload injector, ha deciso di abbandonare completamente lo sviluppo di DragonInjector dopo aver ricevuto la minaccia di ritorsioni legali da parte di Nintendo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.