pokémon home

Pokémon Home: come funziona il nuovo servizio cloud

È in arrivo un nuovo servizio cloud per scambiare e salvare i Pokémon. Ecco come funziona Pokémon Home su Nintendo Switch e sui dispositivi Android e iOS

Durante la Pokémon 2019 Press Conference, sono stati annunciati diversi videogiochi sviluppati da The Pokémon Company. Oltre a questi l’azienda ha svelato anche l’arrivo di un nuovo servizio cloud per passare i propri Pokémon dai giochi attuali a quelli futuri: il nome del nuovo sistema di salvataggio è Pokémon Home.

Home sarà quindi un servizio cloud compatibile con Nintendo Switch e con i dispositivi Android e iOS, il cui scopo è quello di immagazzinare i propri mostriciattoli e scambiarli con i giochi futuri. In questo modo, se alcuni giocatori tengono particolarmente ai loro mostri tascabili potranno usarli anche nei prossimi giochi Pokémon. Questo sistema, chiamato Banca Pokémon, già esisteva su Nintendo 3DS e sarà fondamentale per far funzionare Home.

Insieme a questo titolo sono stati rivelati anche un nuovo gioco su Detective Pikachul‘app Pokémon Sleep e il gioco per smartphone Pokémon Masters. Mentre il 5 giugno 2019 avrà luogo un Nintendo Direct dedicato ai nuovi titoli per Switch in uscita nel corso dell’anno: Pokémon Spada e Pokémon Scudo.

Come funziona Pokémon Home?

Pokemon-HOME-cloud
Il servizio cloud HOME

Come mostra l’immagine i Pokémon potranno arrivare sul servizio Home sia da Nintendo 3DS grazie alla Banca Pokémon, che da dispositivi mobili iOS e Android con Pokémon GO. Inoltre nel cloud potranno arrivare anche mostri tascabili da Nintendo Switch, e quindi da Pokémon Let’s Go Eevee e Pikachu, e gli ancora inediti Pokémon Spada e Scudo.

Quando esce Pokémon Home? Data di uscita

Secondo l’annuncio dell’azienda di Pokémon, il servizio cloud dovrebbe fare il suo debutto nel corso del 2020. Infatti non si sa ancora con certezza quando esce, in quanto nessuna data di uscita precisa è nota.

Potrebbero interessarti anche:

PCProfessionale © riproduzione riservata.