Spybot

Come monitorare account ed e-mail con Spybot Identity Monitor

Spybot mette a disposizione uno strumento “off-line” per il controllo della sicurezza degli account di rete, un’utility che permette anche di automatizzare il check-up degli account a ogni logon.

Oltre a essere nota per la produzione di Spybot Search & Destroy, storico software di sicurezza progettato per eliminare adware e spyware dal PC, Spybot mette a disposizione degli utenti anche un utility in grado di tenere sotto controllo la sicurezza degli account di rete. Un tool aggiuntivo che può essere usato assieme ai servizi telematici specializzati per rendere ancora più sicura la nostra presenza on-line.

Spybot Identity Monitor (SIM), questo il nome del nuovo tool, è un software gratuito – per la precisione donationware – disponibile per Windows o anche in formato “app” per lo Store Microsoft o l’App Store per Mac. Nella sua versione Windows, SIM necessita di essere scaricato dal sito ufficiale e installato sul sistema Windows 7 o Windows 10 su cui intendiamo utilizzarlo.

Spybot Identity Monitor - 1

Una volta avviato, SIM presenta l’interfaccia principale da cui è possibile accedere a tutte le funzionalità del software: sulla destra vengono elencati tutti gli account che intendiamo monitorare, mentre il pulsante centrale permette di accedere all’elenco degli account e serve da “allerta” nel caso in cui fossero individuate eventuali brecce di sicurezza in Rete.

Spybot Identity Monitor - 2

Al momento SIM è in grado di controllare la presenza di un account in oltre 340 diverse brecce di rete (con più di 2 miliardi di account totali), un elenco delle quali è accessibile dal pulsante Services presente sull’interfaccia principale del software. Premendo il pulsante My Accounts, invece, si accede all’elenco degli account sotto controllo: è possibile aggiungere e-mail o username, e facendo click su ogni singolo account si accede all’elenco delle brecce di sicurezza in cui esso è eventualmente presente o alla possibilità di eliminarlo dal monitoraggio.

Spybot Identity Monitor - 3

Automazione e sicurezza

Accedendo al pannello delle impostazioni tramite il pulsante Settings, infine, è possibile istruire il software sul controllo automatico della sicurezza degli account a ogni logon di Windows (tramite l’Utilità di Pianificazione del sistema), sulla verifica della disponibilità di una nuova versione o sull’utilizzo (forzato o meno) di una modalità scura più riposante per gli occhi. Per il controllo delle brecce al logon è necessario eseguire SIM con i pieni privilegi di un account amministratore.

Un software come Spybot Identity Monitor può rappresentare un’importante “seconda opinione” sulla sicurezza dei nostri account di rete, uno strumento che andrebbe necessariamente utilizzato in concomitanza con i tantiservizi Webspecializzati per avere la ragionevole certezza di non essere a rischio. Se un nostro account risulta presente in un database compromesso, infine, è indispensabile provvedere al cambio immediato della password per tutti i servizi collegati.

Nessun Articolo da visualizzare