Amazon Alexa

Amazon Alexa, conversazioni naturali e più umane

Amazon ha svelato nuove funzionalità per Alexa, tra cui le tecnologie che permetteranno di avere conversazioni più naturali e umane, anche con più persone.

Insieme ai nuovi dispositivi Fire TV ed Echo, Amazon ha annunciato importanti novità per Alexa. Nel corso dei prossimi mesi saranno disponibili diverse funzionalità che migliorano l’interazione con l’assistente personale. L’azienda di Seattle ha inoltre migliorato i tool per la privacy. Per il prossimo anno è infine previsto un aggiornamento degli algoritmi di intelligenza artificiale per rendere Alexa più umana.

Amazon Alexa, nuove funzionalità

Alcune novità riguardano principalmente la serie Echo Show. Gli utenti potranno effettuare videochiamate di gruppo con un massimo di otto persone, aggiungere effetti video e partecipare alle video conferenze con Zoom e Amazon Chime. Entro fine anno sarà possibile vedere anche i contenuti di Netflix (ovviamente serve l’abbonamento).

Alexa riconosce già alcuni suoni, come quello di un bicchiere che si rompe o l’allarme antincendio. Presto sarà in grado di riconoscere anche un bambino che piange o qualcuno che tossisce o russa. L’utente può, ad esempio creare una routine che accende la luce della camera da letto quando sente il pianto di un bambino o che avvia la riproduzione di un rumore bianco quando il partner inizia a russare.

Nuovi controlli per la privacy

Utilizzando i comandi vocali è possibile chiedere ad Alexa di cancellare l’ultima richiesta o quelle del giorno. Presto sarà possibile cancellare tutte le registrazioni vocali associate all’account con il comando “Alexa, elimina tutto quello che ho detto“.

Attraverso le impostazioni dell’app Alexa è possibile scegliere se salvare o meno le registrazioni vocali. Le registrazioni verranno eliminate subito dopo l’elaborazione delle risposte (anche quelle precedenti). È ancora possibile leggere le trascrizioni per 30 giorni, ma l’utente può cancellarle anche prima.

Alexa sarà più umana

Amazon ha pianificato importanti miglioramenti per il suo assistente digitale, in modo da renderlo più umano. Una delle novità in arrivo si chiama Teachable AI. L’utente può insegnare ad Alexa determinate operazioni, in modo che possa ricordarle in futuro. Ad esempio, quando si vuole di impostare una luce per la modalità lettura, Alexa chiederà il livello di luminosità.

Grazie alla tecnologia di Neural Text-to-Speech, Alexa sarà in grado di adattare le sue risposte in base al contesto della conversazione, cambiando il tono, evidenziando alcune parole e aggiungendo pause o respiri, esattamente come un essere umano. La funzionalità viene definita adattamento dello stile della conversazione.

L’ultima tecnologia si chiama Natural Turn Taking. L’utente potrà interagire con Alexa senza utilizzare la “wake word” (la parola che attiva l’assistente) e chiederle di partecipare ad una conversazione con altre persone. Utilizzando una combinazione di segnali acustici, linguistici e visivi (solo per i dispositivi Echo con fotocamera), Alexa sarà in grado di determinare se qualcuno parla con lei e di rispondere in maniera appropriata.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.