Flash Player

Flash Player, Microsoft conferma l’addio a gennaio

Microsoft ha confermato l'addio a Flash Player da gennaio 2021, pubblicando un post che illustra la roadmap e i passi che porteranno al suo abbandono.

Sono passati oltre tre anni dal giorno in cui Adobe ha comunicato il pensionamento di Flash Player. Microsoft ha pubblicato un nuovo post sul blog ufficiale per confermare il suo addio al famigerato plugin e la roadmap che riguarda il browser Edge (nuovo e vecchio), oltre che Internet Explorer 11.

L’azienda di Redmond rimuoverà Adobe Flash dal nuovo Microsoft Edge a partire da gennaio 2021, quindi con la versione 88 (la stessa di Chromium su cui è basato). L’ultimo aggiornamento di sicurezza per il player verrà distribuito a dicembre 2020. Da gennaio 2021 verrà disattivato per impostazione predefinita e tutte le versioni precedenti alla KB4561600 (giugno 2020) saranno bloccate. Le risorse relative a Flash Player ospitate sui siti Microsoft non saranno più disponibili.

Un update intitolato “Aggiornamento per la rimozione di Adobe Flash Player” verrà distribuito tramite Microsoft Update Catalog, Windows Update e WSUS per rimuovere definitivamente Flash Player dai dispositivi Windows. Chi vuole rimuovere Flash Player prima della fine del supporto potrà scaricare l’aggiornamento da Microsoft Update Catalog a partire dall’autunno 2020. L’aggiornamento sarà facoltativo su Windows Update e WSUS all’inizio del 2021 e consigliato qualche mese dopo. In ogni caso l’update sarà permanente e non potrà essere disinstallato.

A partire dall’estate 2021, tutte le API, le policy di gruppo e le interfacce utente che regolano il funzionamento di Flash Player verranno rimosse dal vecchio Edge e da Internet Explorer 11 tramite specifici update cumulativi per Windows 10, Windows 8.1, Windows Server 2012 e Windows Embedded 8 Standard. Microsoft continuerà a rilasciare patch di sicurezza e garantire il supporto fino al 31 dicembre 2020.

Le aziende che usano Flash Player per le loro app potranno installare un plugin per Internet Explorer 11 o la modalità IE11 del nuovo Edge, ma Microsoft non fornirà nessun supporto (le aziende dovranno rivolgersi ad HARMAN, un partner di Adobe).

PCProfessionale © riproduzione riservata.