Project xCloud

Project xCloud, lo streaming videoludico di Microsoft arriva in Europa (e in Italia)

Microsoft ha annunciato l’estensione della beta di Project xCloud ad alcuni paesi europei – Italia compresa. Ma la necessità di risparmiare la banda imporrà restrizioni nell’avvio delle trasmissioni.

Dopo alcuni mesi di disponibilità esclusiva nel mercato nordamericano (più UK e Corea del Sud), Project xCloud è ora quasi pronto ad aprire le porte a un maggior numero di paesi situati nel continente europeo. Lo streaming videoludico di Microsoft non partirà subito, però: prima sarà necessario verificare la disponibilità di banda sufficiente per il servizio.

Stando a quanto comunicato da Redmond, la preview di Project xCloud arriverà nei seguenti 11 paesi europei: Italia, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna, Svezia. Gli utenti interessati possono registrarsi sul sito ufficiale, e i requisiti sono al momento gli stessi della preview nordamericana (smartphone o tablet Android, controller wireless, Wi-Fi a 5GHz, Internet a 10 Mbps).

Project xCloud

In seguito all’iscrizione sarà Microsoft a contattare gli utenti “selezionati” per provare il servizio, ma solo quando la corporation sarà convinta dell’opportunità di avviare lo streaming ludico in relazione alla situazione di mercato sconvolta dalla pandemia di COVID-19. Si comincerà con un numero limitato di persone per poi aggiungere un maggior numero di utenti col passare delle settimane.

I pochi fortunati che avranno modo di vincere la lotteria di Project xCloud avranno accesso a 50 diversi giochi Xbox su smartphone o tablet, con titoli che includono giochi d’azione (Absolver), avventure grafiche (A Plague Tale: Innocence), metroidvania (Bloodstained: Ritual of the Night), sparatutto in prima persona (Borderlands) e altro ancora.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.