Windows 10

Windows 10 Insider Preview build 20150, novità per WSL 2

La Windows 10 Insider Preview build 20150 riservata agli iscritti al programma include tre nuove funzionalità per il Windows Subsystem for Linux 2.

Microsoft ha annunciato la build 20150 per gli iscritti al Dev Channel del programma Windows Insider. La prima build del ramo di sviluppo Iron (il nome in codice di Windows 10 21H1) include tre nuove funzionalità del WSL 2 (Windows Subsystem for Linux 2) svelate durante la conferenza Build 2020.

GPU compute, WSL install e WSL update

Il Windows Subsystem for Linux 2, disponibile con Windows 10 May 2020 Update, permette di eseguire le distribuzioni Linux all’interno del sistema operativo Microsoft, sfruttando un kernel completo ospitato in una macchina virtuale. Una delle funzionalità più richieste dagli utenti è il supporto per GPU compute che permette di sfruttare la GPU installata nel computer per eseguire applicazioni di machine learning e intelligenza artificiale. In particolare, la build 20150 include il supporto per NVIDIA CUDA e DirectML.

Microsoft ha inoltre semplificato l’installazione del sottosistema Linux. Invece di cercare il componente aggiuntivo nelle impostazioni del sistema operativo è sufficiente aprire un terminale (command prompt) con i diritti di amministrazioni e digitare il comando “wsl –install“. Verranno quindi installati il WSL 2 e la Virtual Machine Platform. In futuro sarà possibile installare anche la distribuzione Linux con lo stesso comando.

Il kernel Linux viene aggiornato tramite Windows Update a partire da Windows 10 May 2020 Update, ma gli utenti che vogliono avere un controllo maggiore possono utilizzare il comando “wsl –update“. Senza nessuna opzione viene scaricata la versione più recente. Aggiungendo “–status” viene mostrata la versione installata, mentre con “–rollback” viene ripristinata la versione precedente.

Gli utenti iscritti al programma Windows Insider possono scaricare la build 20150 seguendo la procedura tradizionale. Microsoft ha pubblicato anche le ISO per gli utenti che vogliono fare un’installazione pulita.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.