Windows 10

Windows 10, Microsoft porta le nuove PWA sullo store

Microsoft ha aggiornato il tool PWABuilder per consentire il passaggio dalla PWA basate su EdgeHTML alle PWA basate su Chromium e la pubblicazione sullo store.

Microsoft ha annunciato la prima versione preliminare del nuovo PWABuilder che consente agli sviluppatori di creare le PWA (progressive Web App), sfruttando le ultime tecnologie e soprattutto il nuovo Edge basato su Chromium. L’obiettivo è incrementare il numero di app sullo store di Windows 10, dopo lo scarso successo ottenuto con le precedenti versioni del sistema operativo (e nonostante qualche bug di troppo).

Le PWA sono in pratica siti web che funzionano in modo simile alle app native. Il supporto è stato aggiunto al browser e a Windows 10 oltre due anni fa, ma da allora sono state introdotte nuove tecnologie web e il nuovo Edge. Microsoft ha dunque aggiornato PWABuilder per consentire il passaggio dalle versioni EdgeHTML alle versioni Chromium. Ciò permette di incrementare la compatibilità delle app, in quanto le tecnologie sono multi-piattaforma.

Microsoft Edge PWA

L’azienda di Redmond spiega che le PWA pubblicate sul Microsoft Store saranno sempre aggiornate. Non è necessario modificare il package dello store, ma è sufficiente caricare la nuova versione sul web server, come avviene con i siti web. Le PWA potrebbero essere distribuite in modi, ma Microsoft evidenzia alcuni vantaggi del suo store.

Le PWA basate su Chromium non supportano le Live Tiles del menu Start e lo splash screen, ma queste funzionalità verranno aggiunte in futuro. Per usare le app è necessario installare il nuovo Edge (integrato in Windows 10 20H2). La versione preliminare del PWABuilder è accessibile da questa pagina.

Microsoft non ha tuttavia abbandonato le sue app UWP (Universal Windows Platform). Nella build 20241 di Windows 10 disponibile per gli iscritti al canale Dev del programma Insider è stato aggiornato lo splash screen di alcune app, in modo da seguire il tema scelto (chiaro o scuro).

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.