PowerToys

Windows PowerToys e le scorciatoie da tastiera personalizzate

I nuovi PowerToys open source acquisiranno presto la capacità di personalizzare qualsiasi scorciatoia da tastiera a livello di sistema operativo. Per la gioia dei tanti che hanno richiesto la funzionalità.

In seguito alla reincarnazione come progetto open source ospitato su GitHub, i PowerToys di Windows continuano a ricevere una certa attenzione da parte degli sviluppatori attivi in quel di Redmond. Ora Microsoft dice di voler implementare un “gestore di scorciatoie da tastiera” molto potente, una funzionalità che a quanto pare risulta particolarmente richiesta dall’utenza.

La nuova utility in via di integrazione nei Windows PowerToys si chiamerà dunque Keyboard Shortcut Manager (o KSM), e permetterà di rimappare i tasti a totale piacimento dell’utente. Le nuove scorciatoie funzioneranno a livello di sistema operativo, e avranno quindi priorità sulle scorciatoie presenti nelle applicazioni standard.

Windows PowerToys - Keyboard Shortcut Manager

Grazie a KSM, i fan dei (nuovi) Windows PowerToys avranno accesso a funzionalità avanzate come la possibilità di disabilitare “qualsiasi” scorciatoia da tastiera supportata nativamente in Windows 10, adottando le soluzioni di utilizzo che più preferiscono per la massima personalizzazione del loro ambiente di lavoro.

Stando a quanto sostiene Microsoft per “vendere” l’utilità del nuovo tool, Keyboard Shortcut Manager e le scorciatoie da tastiera personalizzate a livello di OS sono una delle opzioni di personalizzazione più ricercate dai programmatori software e dagli utenti più esperti. Unico requisito indispensabile, come d’altronde per tutti i Windows PowerToys, è l’obbligo di usare Windows 10 per accedere alla nuova funzionalità senza utility di terze parti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.