SpaceX Starship

Starship, il nuovo vettore spaziale di SpaceX

Elon Musk ha ufficialmente presentato la sua nuova “nave stellare”, un veicolo di acciaio inossidabile progettato per portare l’uomo sulla Luna, su Marte e oltre. Starship entrerà in orbita nei prossimi mesi, promette Musk.

Dopo essersi guadagnata la considerazione di NASA per il futuro dell’esplorazione spaziale a stelle e strisce, SpaceX pensa ora a espandere i suoi già ambiziosi obiettivi con la presentazione ufficiale di Starship: il nuovo veicolo spaziale è di acciaio inossidabile, ha spiegato Elon Musk, e una volta in volo sarà “il razzo più potente” mai costruito nella storia.

Il patron di SpaceX e imprenditore seriale Musk ha svelato il prototipo di Starship nei giorni scorsi, in Texas, parlando di un sistema di trasporto spaziale specificamente progettato per portare l’uomo sulla Luna, su Marte e “oltre”. Parte del progetto integrato Big Falcon Rocket assieme al razzo vettore Super Heavy, Starship sarà un veicolo pienamente riutilizzabile e verrà messo all’opera già nei prossimi mesi.

Starship è alto circa 50 metri, pesa 200 tonnellate (almeno secondo il design iniziale) ed è interamente rivestito di acciaio inossidabile, un materiale che – ha sottolinea Musk – costa sensibilmente meno della fibra di carbonio ($2.500 a tonnellata contro $130.000) e permetterà quindi a SpaceX di realizzare in serie diversi esemplari del veicolo.

Il volo inaugurale di Starship è previsto entro i prossimi due mesi, ha spiegato Musk, e prevede di raggiungere un’altitudine di circa 20 chilometri prima di ritornare a terra per un riutilizzo futuro. Il primo volo in orbita di Starship arriverà invece entro sei mesi, ha preconizzato Musk, un obiettivo che al momento suona come “totalmente folle” ma che potrebbe diventare realtà grazie ai miglioramenti “esponenziali” raggiunti nella progettazione e nella produzione dei componenti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.