Amazon

Amazon Prime Air, le consegne via droni sempre più vicine

La FAA statunitense ha approvato il trasporto di piccoli carichi tramite droni Amazon. Il servizio Prime Air per le consegne entro 60 minuti sarà presto realtà?

Amazon promette da anni la concretizzazione del sogno di Prime Air, servizio di consegne a domicilio gestito tramite una flotta di droni in grado di portare il pacco a destinazioni entro 60 minuti (o meno) dall’ordine. L’ambizioso obiettivo si fa ora più vicino grazie a una nuova licenza concessa dalla Federal Aviation Administration (FAA).

L’agenzia federale USA ha infatti approvato e concesso un certificato Part 135 per Prime Air, permettendo in sostanza ad Amazon di trasportare beni di piccole dimensioni oltre la linea visiva dell’operatore. L’ultimo design dei droni Prime Air svelato da Amazon prevede una capacità di trasporto di 2,2 kg, entro una distanza massima di circa 19 km dal magazzino Amazon più vicino.

David Carbon, vice presidente di Prime Air, ha accolto la certificazione di FAA parlando di “un importante passo avanti” per il progetto e la conferma dell’affidabilità dei droni Amazon. La tecnologia continuerà a migliorare, dice Carbon, finché il colosso dell’e-commerce non sarà in grado di integrare pienamente le consegne via droni nel traffico aereo e nelle relative regolamentazioni. Negli USA come in altre parti del mondo.

La consegna di pacchi per via aerea è in effetti un obiettivo a cui lavorano in molti, e Amazon non è certo la prima corporation ad aver ottenuto una certificazione da FAA in tal senso. Prima del colosso di Jeff Bezos sono arrivati UPS e Wing (ennesima sussidiaria di Alphabet/Google) nel 2019.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.