Embody Gaming Chair

Logitech G Embody Gaming Chair, sedia da gioco da $1.500

Logitech ed Herman Miller hanno collaborato alla realizzazione di Embody Gaming Chair, una sedia da gioco super-accessoriata ma dal costo decisamente fuori mercato.

Logitech, marchio ben noto per le sue periferiche di puntamento e da gioco, ha deciso di fare il botto nel settore delle sedie da gaming. Sviluppata in collaborazione con l’azienda americana Herman Miller, Embody Gaming Chair va ben oltre il tradizionale concetto di sedia da gioco ed è un prodotto decisamente di lusso. Meno di un trono, molto più di una banale sedia mainstream.

Embody Gaming Chair è una versione avanzata del modello Embody Chair già venduto da Herman Miller, prodotto che a sua volta può vantare la consulenza di 30 diversi specialisti in terapia fisica, ergonomia, visione e biomeccanica. Il risultato di tanta ricerca è una sedia da gaming che costa quasi $1.500, ovvero l’equivalente di un PC desktop moderno con hardware da gioco piuttosto rispettabile.

Per una tale cifra gli acquirenti possono portarsi a casa una sedia che include una garanzia di 12 anni, nessuna necessità di assemblaggio e spese di spedizione gratuite. Embody Gaming Chair include braccioli e altezza regolabili, una manopola BackFit per regolare la curvatura della schiena, un sistema di distribuzione del peso (per evitare lo stress da pressione), uno strato di schiuma solida infuso di rame per facilitare la dispersione del calore.

Secondo Logitech ed Herman Miller, Embody Gaming Chair rappresenta il risultato ideale dall’unione della “scienza del gioco” e della “scienza della seduta”. Una soluzione avanzata certo non alla portata di tutti, visto il costo esagerato, ma che potrà risultare appetibile ai giocatori dal conto in banca ben fornito che amano la comodità sopra ogni cosa.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.