PayPal

PayPal, presto il supporto alla compravendita di criptomonete?

PayPal sarebbe quasi pronta ad annunciare l’arrivo delle monete virtuali tra le funzionalità integrante nel suo servizio di pagamento online. L’abbandono di Libra era insomma solo strategico.

Stando alle solite fonti anonime ben informate sui fatti, PayPal e la sussidiaria Venmo starebbero lavorando all’integrazione delle criptomonete nei rispettivi servizi di pagamento online. Gli utenti potrebbero acquistare e vendere monete virtuali in maniera diretta, anche se non è nota al momento la lista delle monete che verranno supportate.

PayPal è ovviamente il colosso dell’e-payment che, nell’ottobre del 2019, ha fatto parecchio rumore abbandonando il progetto Libra, la criptomoneta ufficiale (e sin qui fallimentare) di Facebook. L’azienda è in ogni caso ben consapevole del crescente interesse degli utenti per le monete virtuali. L’annuncio del nuovo servizio potrebbe arrivare entro i prossimi tre mesi o anche prima.

Bitcoin in crisi

Secondo i rumor PayPal dovrebbe offrire una qualche sorta di funzionalità wallet integrata con il classico servizio di pagamento telematico, permettendo di archiviare direttamente le virtua-monete acquistate dagli utenti. Dal punto di vista della liquidità, PayPal collaborerebbe con diversi servizi di cambio tra quelli già presenti sul mercato.

L’espansione di PayPal nel business delle criptomonete rappresenterebbe un’estensione della partnership già in essere con Coinbase dal 2018. E una conferma ulteriore dell’interesse della corporation per le monete virtuali. Nel recente passato, il CTO di PlayPal Sri Shivananda aveva elogiato le potenzialità della blockchain evocando la digitalizzazione inevitabile dello strumento monetario.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.