Twitch TV

Twitch e gli show televisivi per gamer

Il servizio di streaming videoludico Twitch starebbe pensando a un importante investimento negli show TV dedicati ai giocatori. Con tanto di trasmissioni di incontri, musica e talk show.

Twitch è al momento una delle principali piattaforme di streaming usate dai giocatori, un vantaggio competitivo che la sussidiaria di Amazon vorrebbe ora sfruttare per entrare nel mercato degli show televisivi. L’offerta sarebbe in ogni caso dedicata ai gamer e potenzialmente agli artisti chiusi in casa a causa della pandemia di COVID-19.

Secondo un documento a uso interno visionato da Bloomberg, Twitch avrebbe intenzione di investire tra i $50.000 e i $250.000 per settimana nella produzione di nuove serie in streaming, trasmissioni interattive che includerebbero show videoludici, appuntamenti, sport, musica e talk. Il solito piatto a base di “reality TV”, insomma, ma cucinato nella nuova variante streaming-interattiva.

Streaming

La nuova iniziativa di Twitch non alienerebbe la sua tradizionale base di utenza, anzi è l’esatto contrario: la fascia di pubblico a cui la corporation sta pensando per i suoi show comprende appassionati di videogiochi, maschi e con un’età compresa fra 18 e 24 anni, oltre a chiunque altro fra i 18 e i 24 anni con un interesse nell’intrattenimento generale.

Nel presentare internamente la nuova proposta, Twitch parla della ricerca di “partner creativi” con cui definire un nuovo metro di paragone per il cosiddetto “intrattenimento multiplayer”. Nel valutare le diverse proposte, comunque, la corporation ha ben chiaro che cosa intende escludere a priori: le escape room. Chiunque e il suo barbiere vuole oramai realizzare escape room, sottolinea eloquentemente Twitch.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.