TikTok

News

TikTok Global, quota di maggioranza per Oracle/Walmart?

Luca Colantuoni | 22 Settembre 2020

Oracle Social Walmart

Nonostante le comunicazioni ufficiali di Oracle, Walmart e ByteDance sono trapelati nuovi dubbi sull’accordo, in particolare sulla quota di maggioranza di TikTok Global.

Sembrava tutto pronto per la firma dell’accordo tra ByteDance, Oracle e Walmart, ma si prevedono ancora sorprese dell’ultima ora. Oracle ha infatti comunicato che avrà una quota di maggioranza (insieme a Walmart) di TikTok Global, la nuova società con sede in Texas. Anche Trump ha dichiarato che le aziende statunitensi devono avere il controllo totale. ByteDance afferma invece il contrario.

Oracle (partner tecnologico), Walmart (partner commerciale) e ByteDance avevano rilasciato un comunicato sull’accordo che prevede la creazione di TikTok Global (contestualmente è stata ritirata la denuncia contro il governo statunitense). La nuova società sarà quotata in Borsa e le azioni verranno suddivise tra le tre aziende (rispettivamente 12,5%, 7,5% e 80%). ByteDance ha sottolineato che conserverà la quota di maggioranza e che non cederà ad Oracle il famoso algoritmo che sfrutta l’intelligenza artificiale per suggerire i video agli utenti. Oracle avrà invece accesso al codice sorgente di TikTok USA, in modo da individuare eventuali problemi di sicurezza.

La situazione è diventata più ingarbugliata nelle ultime 48 ore. Trump ha dichiarato che non approverà nessun accordo, se Oracle e Walmart non avranno il controllo totale di TikTok Global. Un portavoce di TikTok ha affermato che ByteDance conserverà l’80% della nuova azienda (il 40% di ByteDance è tuttavia nelle mani di società statunitensi di venture capital). Questa è invece la dichiarazione di Ken Gluek, Vice Presidente Esecutivo di Oracle:

Alla creazione di TikTok Global, Oracle/Walmart faranno il proprio investimento e le azioni di TikTok Global saranno distribuite ai rispettivi proprietari, gli americani avranno la maggioranza e ByteDance non avrà alcuna proprietà in TikTok Global.

La soluzione alla vicenda deve essere trovata entro il 27 settembre, quando è previsto il ban di TikTok e l’eliminazione delle app dagli store di Apple e Google.

TikTok

News

TikTok chiede di sospendere il ban del 27 settembre (update)

Luca Colantuoni | 24 Settembre 2020

Donald Trump Oracle Social

ByteDance ha chiesto al giudice di sospendere l’ordine esecutivo di Trumo che prevede l’eliminazione di TikTok dagli store di Apple e Google a partire dal 27 settembre.

In attesa di ricevere il via libera definitivo all’accordo sottoscritto con Oracle e Walmart, ByteDance ha depositato un’ingiunzione preliminare per chiedere la sospensione del ban di TikTok fissato per il 27 settembre. A partire da questa data, le app dovranno essere rimosse dagli store di Apple e Google.

L’ordine esecutivo emesso da Trump il 6 agosto prevedeva il 15 settembre come termine per la vendita di TikTok e il 20 settembre come data per il blocco di ogni transazione con il social network, ovvero l’eliminazione delle app dagli store. ByteDance aveva quindi denunciato il governo statunitense, in quanto il Presidente non poteva impedire il funzionamento di TikTok sulla base di un presunto pericolo per la sicurezza nazionale.

In prossimità della deadline è stato trovato un accordo tra ByteDance, Oracle e Walmart con la creazione di TikTok Global, ma è necessario attendere l’approvazione definitiva dal CFIUS e dal governo cinese. In realtà ci sono ancora questioni da risolvere, come l’assegnazione della quota di maggioranza della nuova società con sede in Texas. Nel frattempo, il Dipartimento del Commercio aveva posticipato l’eventuale ban al 27 settembre.

ByteDance chiede al giudice di sospendere il ban perché causerà danni irreparabili. L’azienda cinese sottolinea di “aver compiuto sforzi straordinari per cercare di soddisfare le richieste in continua evoluzione del governo e le presunte preoccupazioni per la sicurezza nazionale, incluso il cambiamento della proprietà“.

Lo scorso fine settimana, un gruppo di utenti ha ottenuto dal giudice il blocco del ban di WeChat. ByteDance spera di ricevere lo stesso trattamento per il suo social network.

Aggiornamento del 25 settembre: il giudice Carl Nichols che chiesto all’amministrazione Trump di posticipare il ban di TikTok o di presentare una breve argomentazione contro l’ingiunzione preliminare di ByteDance entro le 20:30 di venerdì 25 settembre.

Aggiornamento del 26 settembre: Il Dipartimento di Giustizia ha depositato un’opposizione all’ingiunzione preliminare. L’udienza è prevista per domenica 27 settembre.

TikTok

News

TikTok, Trump approva l’accordo con Oracle e Walmart

Luca Colantuoni | 20 Settembre 2020

Donald Trump Oracle Social

L’amministrazione Trump ha approvato l’accordo che prevede l’acquisizione del 20% di TikTok Global da parte di Oracle e Walmart, rispettivamente partner tecnologico e commerciale.

Sembra finalmente arrivata la fine della “telenovela” che vede protagonisti il governo degli Stati Uniti e ByteDance. Il Presidente Trump ha approvato l’accordo tra TikTok e la coppia Oracle-Walmart, in base al quale le due aziende statunitensi acquisiranno il 20% della nuova società TikTok Global che avrà sede in Texas. Per questo motivo, il Dipartimento del Commercio ha posticipato al 27 settembre l’eventuale ban delle app dagli store di Apple e Google.

Wilbur Smith, Segretario al Commercio, aveva comunicato che TikTok (e WeChat) dovevano essere rimosse da App Store e Play Store a partire da oggi. Poche ore dopo, l’azienda cinese aveva depositato una denuncia contro l’amministrazione Trump per chiedere il blocco del ban. Ma la denuncia verrà probabilmente ritirata, in quanto il Presidente ha successivamente dato il suo parere favorevole all’accordo tra TikTok Global, Oracle e Walmart. Ora manca solo l’approvazione da parte del CFIUS, l’ente governativo che valuta le implicazioni per la sicurezza nazionale degli investimenti stranieri negli Stati Uniti.

Le tre aziende hanno pubblicato i rispettivi comunicati stampa per fornire ulteriori dettagli. TikTok ha confermato la proposta che risponderà alle preoccupazioni relative alla sicurezza segnalate dal governo statunitense. Oracle e Walmart potranno acquisire fino al 20% della nuova società TikTok Global. Il quartier generale sarà in Texas, verranno creati oltre 25.000 posti di lavoro e pagati oltre 5 miliardi di dollari in tasse.

Come anticipato, Oracle sarà il partner tecnologico. L’azienda guidata da Larry Ellison garantirà la privacy e la sicurezza richieste dal governo statunitense, portando tutti i dati degli utenti nei data center dell’infrastruttura cloud Oracle Generation 2, la stessa utilizzata da Zoom.

Walmart sarà invece il partner commerciale. La multinazionale, proprietaria dell’omonima catena di negozi al dettaglio, fornirà i suoi servizi di e-commerce, pagamento e advertising.

TikTok

News

TikTok diventerà un’azienda statunitense (update)

Luca Colantuoni | 16 Settembre 2020

Donald Trump Oracle Social

Secondo il Financial Times, TikTok diventerà un’azienda statunitense, della quale Oracle avrà una quota di minoranza e conserverà tutti i dati sui suoi server.

A distanza di due giorni dall’annuncio di Oracle, il Financial Times ha ricevuto ulteriori dettagli sull’accordo tra l’azienda guidata da Larry Ellison e ByteDance, proprietaria di TikTok. L’azienda cinese sposterà tutte le attività del social network negli Stati Uniti e cederà una quota di minoranza ad Oracle.

In base all’ordine esecutivo firmato da Trump il 6 agosto, TikTok doveva cedere tutte le attività entro il 15 settembre per evitare il ban previsto il 20 settembre. L’offerta di Microsoft è stata respinta, mentre è stata accettata quella di Oracle, che sarà il partner tecnologico. Il piano presentato al governo prevede il trasferimento delle attività in una nuova azienda con sede negli Stati Uniti.

Oracle avrà una quota di minoranza, ma sono aperte le porte ad altri investitori, inclusa Microsoft. La quota di maggioranza rimarrà nelle mani di ByteDance che manterrà quindi il controllo del famoso algoritmo di intelligenza artificiale (quello che suggerisce i video agli utenti), una delle condizioni da rispettare per avere il via libera dal governo cinese (non servirà una specifica licenza).

Verranno ovviamente rispettate anche le condizioni imposte da Trump per quanto riguarda la sicurezza, in quanto tutti i dati degli utenti saranno gestiti da Oracle e conservati sui server negli Stati Uniti. Insieme alla nuova azienda, ByteDance ha promesso di creare anche 20.000 posti di lavoro, una notizia che farà certamente piacere al Presidente nell’anno delle elezioni. L’accordo dovrebbe essere approvato nei prossimi giorni dalla Casa Bianca e dal CFIUS, l’ente governativo che valuta le implicazioni per la sicurezza nazionale degli investimenti stranieri negli Stati Uniti.

Aggiornamento del 17 settembre: secondo il Wall Street Journal, ByteDance potrebbe consentire ad Oracle di esaminare il codice sorgente di TikTok per verificare l’eventuale presenza di backdoor che permettono al governo cinese di accedere ai dati degli utenti.

Una fonte del WSJ ha inoltre rivelato che l’amministrazione Trump non sarebbe favorevole alla cessione di una quota di minoranza ad Oracle. L’obiettivo del governo è ottenere il pieno controllo delle attività negli Stati Uniti con una quota di maggioranza.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.