Logo Microsoft Edge

Il prossimo Windows promuoverà l’uso di Edge

A quanto pare Microsoft vuole introdurre l’ennesimo messaggio pubblicitario su Windows 10, e questa volta l’obiettivo è promuovere l’uso del suo browser di nuova generazione al posto di quelli della concorrenza. Le prime reazioni sono a dir poco furenti.

Windows 10 1809, futura major release del sistema operativo universale anche nota come Windows 10 October 2018 Update, potrebbe includere l’ennesima novità pubblicitaria di un OS che vuole abituare gli utenti al marketing e all’advertising anche su PC. La promozione, in questo caso specifico, riguarda Edge, browser Microsoft dalle indubbie qualità ma privo di appeal presso la stragrande maggioranza dell’utenza informatica.

Come hanno infatti scoperto gli abbonati al canale Insider, una delle ultime build provvisorie di Windows 10 include un messaggio promozionale piuttosto esplicito: provando a lanciare il pacchetto di installazione di un browser alternativo come Chrome o Firefox, il sistema interrompe l’azione “consigliando” l’utilizzo di Edge al posto dei suddetti navigatori di terze parti.

Attualmente il browser Microsoft di nuova generazione – nato dalle ceneri di Internet Explorer e aggiornato alle esigenze tecnologiche più moderne – è il software di navigazione meno popolare su PC, con una percentuale di utenza quasi insignificante rispetto a Google Chrome e al di sotto persino di Safari, browser esclusivo dei sistemi Mac (statistiche NetMarketShare, StatCounter)

La pubblicizzazione dei browser Web da parte delle grandi corporation non è ovviamente una novità assoluta, visto che Google ha potuto imporre Chrome come il browser più usato in assoluto (su PC e mobile) anche grazie alla promozione martellante sul suo motore di ricerca Web e non solo.

Microsoft ha da sempre un bisogno disperato di rendere gli utenti di Windows 10 consapevoli dell’esistenza – e dei presunti “vantaggi” tecnologici – di Edge, ma l’uso di advertising direttamente su un sistema operativo per computer ha sollevato un vespaio di polemiche a dir poco furenti. E non è certo la prima volta che Redmond viene “beccata” a esagerare con la promozione di Edge, visto che già qualche mese fa la corporation aveva testato l’apertura obbligata del browser coi link ricevuti via posta elettronica su Windows Mail.

In realtà, al di là delle polemiche e dell’evidente fastidio di non pochi partecipanti al programma Insider, l’advertising a vantaggio di Edge dovrebbe far parte di una nuova opzione di Windows 10 1809 pensata per “suggerire” l’uso di app UWP quando si prova a installare un software Win32 tradizionale. Sull’ultima build del nuovo OS l’opzione era quindi attivata di default, e almeno per il prossimo futuro dovrebbe essere possibile disabilitare i tanto chiacchierati suggerimenti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.