Intel Core di decima generazione

Intel, campioni di CPU desktop di decima generazione già sul mercato

Intel avrebbe già spedito diversi esemplari campione delle sue nuove CPU desktop di decima generazione, e quelle CPU sono finite in vendita on-line. Confermate ancora una volta le ottime performance di Core i9-10900K.

Le CPU Intel Core di decima generazione per PC desktop devono ancora arrivare sul mercato, o persino essere annunciate ufficialmente dalla corporation di Santa Clara, ma un numero cospicuo di esemplari campione sono già in circolazione. E confermano i leak passati sulle ottime prestazioni dei nuovi chip.

L’architettura Comet Lake rappresenta il debutto dei chip Core di decima generazione su desktop, continua a utilizzare un nodo produttivo a 14nm ma offre a quanto pare miglioramenti prestazionali significativi. Intel avrebbe spedito decine di esemplari delle nuove CPU, e quei processori sono finiti in vendita sul portale di e-shopping cinese Taobao.

Campioni di CPU Intel di decima generazione

L’inserzione su Taobao risulta ora inaccessibile, e a quanto pare includeva diversi esemplari di CPU Core i9-10900K e i9-10900 con tanto di fotografie a corredo. Come già noto dai leak precedenti, la CPU Core i9-10900K è l’ammiraglia della decima generazione di Intel con 10 core fisici e 20 thread logici, una frequenza base da 3,7GHz e Turbo da 4,8GHz (tutti i core), 5,1GHz (un solo core) o persino 5,2GHz (e addirittura 5,3GHz con un TDP fuori scala) in modalità Turbo 3.0; il TDP nominale è di 125W.

Il resto dell’offerta di chip Comet Lake dovrebbe poi includere una CPU senza moltiplicatore sbloccato ma sempre da 10/20 core (Core i9-10900), quindi due interessanti modelli di CPU Core i7 da 8/16 core (Core i7-10700K, Core i7-10700) e infine due CPU Core i5 da 6/12 core (Core i5-10600K, Core i5-10600).

Secondo i rumor, il chip Core i9-10900K sarebbe fino al 20% più veloce rispetto a Core i9-9900K; ci sarebbero ottimi miglioramenti prestazionali anche per il resto delle CPU Comet Lake. L’uso, anzi l’abuso del nodo da 14nm dovrebbe però comportare qualche controindicazione non da poco (soprattutto sul fronte dei consumi energetici), quindi sarà come al solito necessario attendere il debutto ufficiale e le recensioni sul campo per stabilire la bontà della nuova offerta computazionale di Chipzilla.

PCProfessionale © riproduzione riservata.