Intel Core di decima generazione

Intel Core i9-10900K più veloce del 30% nei carichi di lavoro multi-thread?

La CPU ammiraglia della microarchitettura Comet Lake dovrebbe garantire prestazioni sensibilmente migliori nelle applicazioni in grado di sfruttare i chip multi-core.

Già declinati in chiave mobile con l’architettura Ice Lake, le CPU Core di decima generazione arriveranno presto anche su sistemi desktop grazie ai nuovi core dell’architettura Comet Lake. Il processo produttivo continuerà a essere quello classico (e problematico) dei 14nm, ma stando alle recenti indiscrezioni le nuove CPU Intel garantiranno miglioramenti prestazionali significativi – almeno sul fronte dei carichi di lavoro multi-thread.

Gli ultimi rumor su Comet Lake arrivano sotto forma di una slide indicata come a uso interno per  Chipzilla, un documento focalizzato sul processore Core i9-10900K destinato a prendere il costo del Core i9-9900K come nuova CPU ammiraglia per le massime prestazioni su desktop.

Prestazioni Intel Core i9 10900K

Core i9-10900K è una CPU a 10 core fisici basata su piattaforma LGA1200, caratterizzata da un TDP di 125W e, stando ai rumor, anche a uno stato energetico da 250W probabilmente necessario a raggiungere le massime prestazioni Turbo su tutti i core disponibili.

Intel avrebbe già testato la sua nuova CPU di fascia alta con diversi benchmark sia multi-thread che single-thread: nel primo caso, il chip Core i9-10900K ha fatto registrare performance superiori fino al 30% grazie ai due core fisici in più e alla frequenze di funzionamento maggiorate. Nelle applicazioni a singolo thread, invece, i vantaggi prestazionali su Core i9-9900K si ridurrebbero a un ben più modesto +3%.

Riuscirà la nuova proposta hi-end di Intel a contrastare il rinnovato protagonismo tecnologico (e commerciale) di AMD? Le CPU basate su architettura Zen 2 vanno oggi per la maggiore, e l’arrivo della già chiacchierata Zen 3 potrebbe vanificare sul nascere le mosse di Intel.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.