Cyberpunk 2077

Cyberpunk 2077, video “rubati” prima dell’uscita del gioco

Trattandosi di uno dei titoli più attesi della stagione, Cyberpunk 2077 è un boccone che fa gola a molti. Anche a chi ha messo le mani su una copia del gioco e ha deciso di trasmettere in streaming i primi minuti.

Lo sviluppo principale di Cyberpunk 2077 è stato ufficialmente completato, ma CD Projekt Red ha deciso di ritardare il debutto ufficiale del gioco di un altro mese per chiudere gli ultimi bug presenti nel codice. Il nuovo capolavoro annunciato ambientato in un futuro distopico uscirà il 10 dicembre, ma le copie fisiche del gioco sono già in circolazione – così come le prime trasmissioni in streaming non autorizzate.

I box della versione fisica di Cyberpunk 2077 stanno arrivando alla spicciolata nei magazzini e nei centri di smistamento, così da essere pronti per la spedizione verso rivenditori e negozi in attesa della data di commercializzazione vera e propria. Un paio di giocatori (magari dipendenti dei suddetti magazzini) è riuscito a mettere le mani sulle scatole, se le è portate a casa e ha trasmesso online i primi minuti di gioco sotto il possibile effetto di sostanze stupefacenti.

Box Cyberpunk 2077

La qualità dello streaming da 20 minuti non è granché, ma i contenuti (riferiti alla versione PS4 del gioco) sembrano essere legittimi e mettono in mostra le fasi iniziali dell’esplorazione del mondo sci-fi ricreato nei minimi dettagli dagli sviluppatori polacchi. Nulla, insomma, che non si sia già visto (con qualità enormemente superiore) nei filmati ufficiali pubblicati da CD Projekt RED in questi mesi e anni.

Il leak “stupefacente” e di scarsa qualità di Cyberpunk 2077 non vale in sostanza lo sforzo necessario a cercare i video in rete, e la visione è ovviamente sconsigliata a chi non vuole rovinarsi la sorpresa di un’esperienza di gioco priva di spoiler. La versione PC, indubbiamente la migliore di tutte tecnologicamente parlando, avrà bisogno di un hardware adeguato (fino a una GPU GeForce RTX 3080) per dare il meglio di se.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare