Firefox 67

Come disabilitare la riproduzione automatica di audio e video in Firefox

Il browser Mozilla Firefox offre ora un meccanismo di controllo integrato per l’autoplay dei contenuti audio e video presenti sui siti Web, con opzioni “globali” o personalizzabili per ogni singolo sito.

A partire dalla release 69.0, Mozilla Firefox ha reso più chiara la gestione dell’autoplay per i contenuti multimediali presenti sui siti Web. L’utente può ora impostare la disabilitazione totale di audio e video, scegliere qualche dei due disabilitare oppure modificare le impostazioni variando caso per caso.

I nuovi controlli integrati per l’autoplay di Firefox sono disponibili accedendo alla pagina delle opzioni del browser (digitando about:preferences nella barra degli indirizzi), quindi selezionando Privacy e sicurezza dalla colonna a sinistra e infine scorrendo le opzioni disponibili fino a individuare la voce Riproduzione automatica.

Mozilla Firefox, Riproduzione automatica di audio e video - 1

Facendo clic sul pulsante Impostazioni corrispondente si passa alle nuove opzioni integrate per la riproduzione automatica dei contenuti: da questa nuova pagina è possibile scegliere un’impostazione predefinita da usare per tutti i siti Web, scegliendo tra la disabilitazione di tutti blocchi (Consenti audio e video), il blocco del solo audio (Blocca audio) oppure il blocco di audio e video (Blocca audio e video).

Mozilla Firefox, Riproduzione automatica di audio e video - 2

Una volta salvate le modifiche alle impostazioni, le nuove restrizioni all’autoplay dei contenuti diverranno effettive per tutti i siti Web aperti sul browser. Qualora volessimo personalizzare i permessi di riproduzione automatica per un singolo sito, invece, potremo accedere alle informazioni del suddetto sito (tramite l’icona a lato dell’indirizzo nella barra degli indirizzi) e modificare di conseguenza i Permessi pre-impostati.

Mozilla Firefox, Riproduzione automatica di audio e video - 3

Le nuove impostazioni di Mozilla Firefox (69.0.x) per la gestione integrata della riproduzione automatica dei contenuti offrono un’esperienza di personalizzazione della navigazione Web un po’ meno farraginosa rispetto alle versioni precedenti del browser del Panda Rosso.

PCProfessionale © riproduzione riservata.