iPhone: alcune app registrano in segreto lo schermo degli utenti

3Glassbox registra gli schermi degli iPhone

Glassbox infatti permette di vedere l’esatto momento in cui il cliente inserisce sulle app il proprio nome utente e password, registra sul proprio iPhone il numero di carta di credito e tutti i codici segreti ad essa associati.

Il tutto è reso ancora più inquietante dalla pubblicità diffusa su Twitter da parte di Glassbox, che recita:

Immagina se il tuo sito web o la tua app mobile riuscissero a vedere in tempo reale esattamente cosa fanno i tuoi clienti e perché lo fanno. Questa non è più una domanda ipotetica, ma una possibilità tangibile. Questo è Glassbox.

In tutto questo la community che usa iPhone non viene informata su tutto ciò sta succedendo. Glassbox non impone alle aziende di inserire il suo servizio nelle liberatorie della privacy. Così facendo, gli utenti sono ignari del fatto che le app registrano lo schermo, non avendo mai autorizzato l’accesso ai propri dati.

TechCrunch ha fatto tutto ciò che poteva per contattare le app per iPhone che registrano lo schermo, ma ha avuto risposta solo da Air Canada e Abercrombie & Fitch. La seconda sostiene che fa utilizzo di questo sistema solo per migliorare le prestazioni delle proprie app. Air Canada invece sostiene di non avere accesso ad alcun tipo di schermata registrata da iPhone o a dati sensibili.

Sembra che la Apple e i suoi prodotti come gli iPhone non riescano in alcun modo a tutelare i propri utenti. Visti gli scandali degli ultimi tempi come il bug di FaceTime, non resta che aspettare che siano presi dei provvedimenti. Il futuro dell’azienda potrebbe essere seriamente compromesso da questi problemi.

Le notizie non finiscono qui!

PCProfessionale © riproduzione riservata.