clubhouse android calo ios

Clubhouse è in arrivo su Android, ma in calo su iOS

L'app di Clubhouse è arrivata su Android in fase di test, ma ormai il successo del social su iOS è in drastico calo: sempre più utenti abbandonano la piattaforma

A più di un anno dal debutto su iOS di Clubhouse, l’app è in arrivo anche su Android. Infatti il supporto audio è pronto al debutto sui dispositivi del robot verde, e a breve sarà disponibile per tutti gli utenti interessati. La startup che si occupa del progetto ha infatti annunciato la notizia, svelando che una prima versione di Clubhouse è ora disponibile a una cerchia ristretta di utenti e a un gruppo di sviluppatori.

Clubhouse è quindi arrivato su Android, ma solo per condurre dei test che possano limare alla perfezione l’app prima che sia disponibile agli utenti in versione finale. Mancherebbe solo un’ultima fase d’approvazione e di correzione, prima che il debutto su Android sia effettivo. Nel frattempo tuttavia su iOS gli utenti che per primi hanno potuto accedere al servizio dedicato al solo audio sembrano essersi stancati dell’app.

Sebbene agli inizi del 2021 Clubhouse sembrasse il futuro delle app social, il fenomeno sta drasticamente calando. Dopo il suo lancio negli USA, l’arrivo in Europa ha coinvolto svariati utenti, che hanno da subito apprezzato la sua formula esclusiva e particolare. Infatti, si tratta di un social che permette di avviare stanze dove intrattenere conversazioni solamente tramite audio. A distanza di mesi però, l’esclusività di Clubhouse sta venendo a mancare, e molti dei primi utenti hanno abbandonato il supporto. Tuttavia sembra non esserci un nuovo gruppo di utenti pronti a sanare questo vuoto, e Clubhouse potrebbe presto venire dimenticata. Il numero di utenti attivi continua a calare, e sempre meno creano nuove stanze.

Forse la colpa potrebbe essere anche dei concorrenti di Clubhouse, che nei mesi hanno osservato il successo dell’app e ne hanno copiato le dinamiche. Basti pensare che diverse piattaforme hanno seguito le orme del social dedicato all’audio, dando vita a nuove funzioni o supporti inediti. Primo tra tutti Twitter Spaces, seguito dalle Chat Vocali 2.0 di Telegram e da una serie di supporti Facebook. Anche Spotify e Instagram hanno in programma di rendere l’audio più centrale. Sebbene mesi fa l’arrivo di Clubhouse su Android fosse particolarmente atteso, ora sembra che nemmeno approcciarsi a un nuovo sistema operativo potrà salvare l’app.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare