Apple iOS 14

Apple rilascia iOS 14.3, novità e bug fix

Tra le novità incluse in iOS 14.3 c'è il supporto per la funzionalità ProRAW disponibile negli iPhone 12 Pro e la famosa etichetta sulla privacy criticata da WhatsApp.

Apple ha annunciato la disponibilità di iOS 14.3 per tutti gli iPhone compatibili. Il lungo elenco di novità include il supporto per il servizio Fitness+ (non disponibile in Italia) e per le cuffie AirPods Max, oltre alla funzionalità ProRAW per iPhone 12 Pro/Pro Max e alla famosa “privacy label” criticata da WhatsApp.

La novità più importante per gli utenti italiani è dunque il supporto per la funzionalità ProRAW. Questo particolare formato può essere utilizzato solo dai due iPhone 12 Pro. È possibile scattare immagini ProRAW e successivamente modificarle con l’editor dell’app Foto. La funzionalità combina il tradizionale formato RAW con le tecnologie di elaborazione delle immagini sviluppate da Apple.

La seconda novità riguarda la privacy. Gli sviluppatori hanno ora l’obbligo di indicare quali dati sono raccolti dalle app e come vengono utilizzati. Gli utenti vedranno queste informazioni nella pagina delle app su App Store. WhatsApp aveva criticato questa novità, in quanto considerata anticoncorrenziale (l’etichetta non è visibile per le app preinstallate). Apple ha tuttavia specificato che la “privacy label” è obbligatoria per tutte le app iOS. Per quelle non pubblicate sullo store si potranno leggere le informazioni sul sito Apple.

L’aggiornamento include inoltre miglioramenti per altre app, come Apple TV e Salute, mentre in Safari è possibile impostare Ecosia come motore di ricerca predefinito. Con iOS 14.3 sono stati risolti numerosi bug, tra cui quello che impediva la ricezione delle notifiche per i messaggi in arrivo.

Apple ha infine riservato una gradita sorpresa agli utenti che possiedono un iPhone meno recente. È infatti disponibile iOS 12.5 che include il supporto per il sistema delle notifiche di esposizione. La funzionalità serve per segnalare eventuali contatti con persone risultate positive al COVID-19.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare