Apple

Apple, ancora tagli sull’auto a guida autonoma

Indiscrezioni parlano di un’importante riduzione del personale impegnato sul progetto automotive di Cupertino. La corporation conferma ma incensa la sua “ambiziosa” (e sin qui parecchio aleatoria) iniziativa per la guida autonoma.

Da segreto peggio tenuto della Silicon Valley, Project Titan si sta lentamente trasformando in un vaporware tecnologico dai contorni a dir poco imbarazzanti: il progetto di Apple per l’auto a guida autonoma è ancora prioritario, a sentire l’azienda di Cupertino, ma il personale impegnato nell’iniziativa continua a perdere parecchi pezzi per strada.

L’ultima, corposa sforbiciata a Titan è arrivata in questi giorni, con le indiscrezioni che parlano di più di 200 dipendenti rimossi dal team che gestisce il progetto; Apple ha alla fine confermato i rumor tramite un portavoce, sostenendo che i dipendenti sono stati riassegnati ad altri progetti interni riguardanti l’uso dell’intelligenza artificiale a base di machine learning.

Auto a guida autonoma

Stando alle dichiarazioni ufficiali, Cupertino continua a credere nella “immensa opportunità dei sistemi autonomi”, un settore a cui Apple può contribuire in maniera significativa grazie alle sue “capacità uniche”. Project Titan continua a vivere ed è – sempre secondo Apple – il progetto di machine learning “più ambizioso di sempre”.

Per il momento, le ambizioni di Apple restano sulla carta e Titan si è in questi anni distinto per la scarsa capacità di Cupertino di mantenere il segreto sull’esistenza del progetto, i continui cambi di rotta e le vaghe promesse di meraviglie future. Mentre Apple immagina e promette, Tesla ha già avviato un business a base di auto elettriche con sistemi “semi-autonomi” a base di IA che si appresta a invadere anche l’Europa.

PCProfessionale © riproduzione riservata.