San Diego Comic-Con e COVID-19

Il COVID-19 cancella anche il Comic-Con 2020

L’edizione 2020 della celebre manifestazione di San Diego non si terrà a causa dell’epidemia di COVID-19. Gli organizzatori danno già appuntamento all’anno prossimo.

Nata come convention per la presentazione e la promozione di fumetti, il Comic-Con di San Diego si è col tempo trasformato in un colosso al centro di diverse industrie dell’intrattenimento tecnologico e non. Ora, per la prima volta in 51 anni, la kermesse sarà cancellata e rimandata definitivamente all’anno prossimo.

L’edizione 2020 del Comic-Con non ci sarà, e la colpa è come prevedibile della pandemia da COVID-19: il virus SARS-CoV-2 sta facendo stragi in giro per il mondo, e ha già causato la cancellazione di show hi-tech di primaria importanza come il Mobile World Congress, l’E3 2020, Google I/O e altri ancora.

Coronavirus di Wuhan

La situazione dell’epidemia di COVID-19 in America è fuori contro, e mentre il presidente Trump parla di “riapertura” e “ripartenza” i governatori locali hanno tutt’altra opinione sulla faccenda. Anche il governatore della California Gavin Newsom ha detto che gli eventi con grandi folle non saranno permessi per il prossimo futuro, e il Comic-Con è in grado da solo di raccogliere decine di migliaia di persone ogni anno.

Vista l’emergenza sanitaria in corso e l’orientamento delle autorità locali, dunque, gli organizzatori di una delle più importanti kermesse dell’intrattenimento pop al mondo hanno deciso di cancellare l’edizione 2020 dello show: il Comic-Con ha già dato appuntamento al luglio del 2021, con la possibilità per chi aveva acquistato il biglietto di farsi rimborsare la spesa o di ottenere un pass per l’edizione dell’anno prossimo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.