GeForce RTX 2060, il ray-tracing di NVIDIA è economico

La casa delle GPU “in verde” ha presentato ufficialmente la sua ultima arrivata, una scheda acceleratrice discreta potenzialmente destinata a far parte di un gran numero di PC da gaming. Il ray-tracing diventa accessibile anche senza accendere un mutuo in banca.

Dopo aver svelato le GeForce RTX 20, nuova generazione di GPU discrete in grado di gestire la grafica ray-tracing in tempo reale, e dopo aver alzato ulteriormente l’asticella delle performance con il T-Rex delle GPU noto come Titan RTX, NVIDIA è ora impegnata a chiudere il cerchio con la presentazione di GeForce RTX 2060. Una GPU economica, tutto considerato, che garantisce comunque gli effetti di luce avanzati resi possibili dalla suddetta tecnologia ray-tracing.

Stando ai numeri forniti dal CEO di NVIDIA Jen-Hsun Huang durante il CES 2019 di Las Vegas, il nuovo modello di GPU rappresenta un’offerta imbattibile su tutta la linea: GeForce RTX 2060 è in grado di superare la GPU GTX 1070 Ti e di garantire tra il 40 e il 60% di performance in più rispetto al modello omonimo della generazione precedente (GeForce GTX 1060).

GeForce RTX 2060 in variante Founders Edition avrà un costo di $349 (€375 sul mercato italiano), un aumento di $100 rispetto alla GTX 1060 giustificato da frame rate superiori in tutti i giochi: NVIDIA parla di un 40% di fps in più per Hitman e Doom, un 50% in più per Sniper Elite 4 e Battlefront II e un 60% in più per Black Ops 2 e Wolfenstein II. Inoltre, diversamente da quanto indicato nelle indiscrezioni dei mesi passati la nuova GPU includerà l’intero spettro di funzionalità dell’architettura Turing inclusa la grafica in ray-tracing, l’anti-aliasing gestito tramite IA (Deep Learning Super Sampling o DLSS) e tutto quanto.

Turing alla carica

Il chip Turing impiegato per le GPU GeForce RTX 2060 è dotato di 1920 core computazionali CUDA, un clock base di 1365MHz (fino a 1680MHz in boost), 6GB di RAM GDDR6 con una banda dati massima di 336 GB/s. La GeForce GTX 1060 è al momento la GPU NVIDIA più popolare presso i giocatori, e anche il debutto del nuovo modello (fissato per il 15 gennaio) segnerà l’adozione da parte di quasi ogni produttore di PC in circolazione.

GeForce RTX 2060 imporrà un nuovo standard per il prezzo “imbattibile”, le prestazioni e la grafica in ray-tracing davvero accessibile alle masse, ha sostenuto Huang, e anche sul fronte portatile RTX è destinata a cambiare il mercato in maniera sensibile: i laptop dotati di nuove GPU (RTX 2060 ma anche RTX 2070 ed RTX 2080) arriveranno alla fine di gennaio, offriranno prestazioni superiori rispetto alle controparti desktop ma anche in confronto alla PlayStation 4 Pro rispettivamente del 60% (RTX 2060) e di più del 100% (GTX 2080). I prezzi? Ce n’è per tutte le tasche, con il solito sovrapprezzo caratteristico dei sistemi dedicati al gaming.

PCProfessionale © riproduzione riservata.