Logo AMD

AMD Zen 3 e RDNA 2, confermato il lancio nel 2020

AMD ha confermato la roadmap attuale, quindi i processori Zen 3 e le GPU RDNA 2 a 7 nanometri verranno annunciati entro la fine del 2020.

AMD ha presentato i risultati finanziari relativi al secondo trimestre 2020, confermando con i numeri il successo di vendite riscontrato nel mercato desktop e mobile. Il CEO Lisa Su ha confermato che i processori Zen 3 e le GPU RDNA 2 debutteranno entro fine anno, come previsto dalla roadmap attuale.

Le entrate di AMD nel secondo trimestre 2020 ammontano a 1,93 miliardi di dollari con un incremento del 26% rispetto allo stesso periodo del 2019 e dell’8% rispetto al primo trimestre 2020. Il profitto netto è invece aumentato in un anno da 35 a 157 milioni di dollari.

Il merito di questi dati positivi è stato attribuito al segmento “Computing and Graphics” che include CPU e GPU per desktop e notebook. In particolare, AMD evidenzia il successo dei processori Ryzen 4000 Mobile basati sull’architettura Zen 2 e delle GPU mobile basate sull’architettura RDNA. Anche i processori EPYC per server hanno fato registrare ottimi risultati in termini di vendite e profitti.

Il CEO ha confermato il rispetto della roadmap annunciata all’inizio di marzo. I processori a 7 nanometri basati sull’architettura Zen 3 e le GPU basate sull’architettura RDNA 2 verranno annunciate entro fine anno. AMD aveva smentito possibili ritardi, quindi l’azienda di Santa Clara ha ormai superato Intel nell’adozione del nuovo processo produttivo. AMD ha già avviato la produzione e la spedizione dei chip per Xbox Series X e PlayStation 5 che arriveranno sul mercato in tempo per le festività natalizie.

AMD roadmap

Il CEO ha inoltre comunicato che sono stati avviati i primi test di laboratorio per i processori basati sull’architettura Zen 4 a 5 nanometri che dovrebbero debuttare entro il 2021. Entro la fine del prossimo anno sono attese anche le GPU RDNA 3.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.