Huawei Kirin 9000

Kirin 9000, ultimo processore di Huawei

Il Kirin 9000 è il primo SoC a 5 nanometri con modem 5G integrato, ma anche l'ultimo SoC di Huawei, in quanto TSMC non accetta più ordinativi dal 15 settembre.

La nuova serie Mate 40 conferma ancora una volta le capacità tecnologiche di Huawei. Una delle novità è rappresentata dal Kirin 9000, il primo SoC a 5 nanometri con modem 5G integrato e l’ultimo chip realizzato da TSMC, a causa del ban imposto dall’amministrazione Trump. In attesa di conoscere quali processori verranno utilizzati nei futuri smartphone del produttore coreano, ecco una descrizione dettagliata del Kirin 9000.

Il SoC, presente nei Mate 40 Pro/Pro+ e realizzato da TSMC per conto della sussidiaria HiSilicon, integra 15,3 miliardi di transistor, ovvero il 30% in più rispetto al nuovo Apple A14 Bionic degli iPhone 12. I componenti principali del SoC sono CPU, GPU, NPU e modem Balong 5000.

Per la CPU è stata scelta una configurazione 1+3+4, quindi ci sono un core ARM Cortex-A77 a 3,13 GHz, tre core ARM Cortex-A77 a 2,54 GHz e quattro core ARM Cortex-A55 a 2,05 GHz. Huawei afferma che le prestazioni sono il 10% superiori a quelle dello Snapdragon 865 Plus.

Kirin 9000 CPU

Nonostante l’uso della tecnologia di processo a 5 nanometri, le dimensioni del SoC sono piuttosto generose. Ciò è dovuto alla presenza del modem 5G, ma soprattutto alla GPU ARM Mali-A78MP24 con 24 core. Huawei non ha comunicato la frequenza di clock, specificando però che le prestazioni sono il 52% superiori a quelle della GPU Adreno 650 integrata nello Snapdragon 865 Plus.

Kirin 9000 GPU

La NPU (Neural Processing Unit) ha invece tre core (due “big” e uno “tiny”) e offre prestazioni fino a 2,4 volte superiori a quelle dello Snapdragon 865 Plus. Il SoC integra inoltre un controller di memoria ibrido (LPDDR4X e LPDDR5) e un nuovo ISP (Image Signal Processor) che migliora l’elaborazione HDR per immagini e video. Il Kirin 9000E usato nel Mate 40 è una versione ridotta con GPU a 22 core e NPU dual core.

Come detto, TSMC non accetta più ordinativi dal 15 settembre, quindi il Kirin 9000 sarà l’ultimo processore di Huawei. In base a varie indiscrezioni, il produttore cinese avrebbe ricevuto al massimo 5 milioni di unità. Ciò significa che il numero di Mate 40 venduti potrebbe essere molto ridotto (in Italia sarà disponibile solo il Mate 40 Pro).

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.