Logitech G PRO X Superlight

Logitech G PRO X Superlight, il mouse wireless per gli e-sport

Logitech ha presentato la sua nuova offerta di puntamento senza fili. G PRO X Superlight è un mouse veloce, leggero e preciso, ideale per gli e-sport videoludici.

Dopo la recente proposta a base di trackball dedicata a ufficio e smart working, Logitech torna ora al mercato delle periferiche di puntamento per applicazioni videoludiche. La nuova offerta si chiama ufficialmente Logitech G PRO X Superlight, ed è pensata per i giocatori professionisti che preferiscono avere la minima resistenza possibile quando muovono il cursore (o il mirino) sul display.

Logitech G PRO X Superlight è un mouse wireless che non teme compromessi, una periferica basata sul premiato sensore HERO 25K in grado di funzionare ininterrottamente per 70 ore di seguito con una singola carica grazie alla tecnologia Logitech Lightspeed. L’accelerazione massima supportata è di oltre 40G, mentre la velocità massima di scansione è superiore ai 400 IPS.

Per la versione ultra-leggera del suo mouse PRO, Logitech ha adottato un progetto in grado di “rimuovere ogni ostacolo” (e svariati grammi di peso) per sviluppare il suo mouse più leggero in assoluto. Logitech G PRO X Superlight pesa meno di 63 grammi, ed è più leggero del 25% rispetto al PRO wireless standard.

Anche le rifiniture di PRO X Superlight sono particolarmente curate, con fondo in politetrafluoroetilene (lo stesso polimero del Teflon) a zero frizioni, tasti riprogrammabili e resistenti all’usura. Per di più, Logitech PRO X Superlight è composto da materiali riciclati ed è quindi a impatto zero. Il costo è di $150, 20 dollari in più della cifra necessaria ad acquistare il mouse PRO base.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.