Networking

Domotica: il controllo consumi è conveniente

Redazione | 7 Novembre 2014

Reti

Sitecom Home Energy Monitor Sitecom ha commercializzato da poco in Italia un sistema quanto mai semplice ma efficace per il […]

Sitecom Home Energy Monitor

Sitecom ha commercializzato da poco in Italia un sistema quanto mai semplice ma efficace per il controllo dei consumi incentrato sulla piattaforma dell’azienda olandese Net2Grid. Si tratta di un prodotto che sfrutta la tecnologia wireless Zigbee ed è basato una serie di singole prese elettriche denominate SmartPlug. A differenza del prodotto di Mfi non sono disponibili ciabatte elettriche o sistemi per il controllo dei consumi di tutto l’appartamento, né sensori con cui gestire altre funzionalità . D’altra parte l’installazione è semplice e alla portata di tutti, grazie al rilevamento automatico delle prese wireless.

domotica-02

Il piccolo bridge del sistema Sitecom usa un alimentatore standard con presa micro Usb, come quello della maggior parte dei cellulari. Deve essere collegato al router di casa via cavo.

Presa e spina sono nello standard tedesco Schuko, sempre più utilizzato da molti elettrodomestici venduti nel nostro paese. Purtroppo chi vuole sfruttare queste prese con elettrodomestici o altri dispositivi con presa italiana dovrà  dotarsi di un adattatore opportuno, anche perché manca ad esempio il foro centrale per il collegamento della presa a terra. Allo stesso modo è necessario un adattatore per collegare la spina al muro se non ci sono già  prese che accettano le spine di questo tipo. Dobbiamo purtroppo sottolineare subito che anche la soluzione di Ubiquiti che vi presentiamo in queste pagine soffre dello stesso inconveniente. Su ogni presa SmartPlug c’è un piccolo pulsante e un led verde, oltre a un adesivo con le specifiche e il codice identificativo Zigbee per facilitarne il rilevamento all’interno del software. In questo caso ogni presa può tollerare fino a un massimo di 16 ampere.

domotica-03

Il sistema di Sitecom è interamente basato sul cloud: il piccolo bridge in dotazione deve essere collegato a una presa di rete per stabilire il collegamento ai server di Net2grid. Il cellulare o il tablet (Android o iOS) con cui si terranno sotto controllo i consumi devono essere a loro volta collegati alla rete locale e a Internet. Inserendo l’identificativo univoco dello SmartBridge si avvia la registrazione al sito di Net2grid (purtroppo non ottimizzato per l’uso da cellulare nonostante l’avvio tramite l’app). Il bridge viene così associato al proprio account e risulta accessibile anche quando siamo fuori di casa.

➜ Continua a leggere: domotica, Sitecom e Ubiquiti

< Indietro Successivo >

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.