Cursore

Personalizzare il colore del cursore del mouse in Windows

Scopriamo come dare un tocco di personalità in più alla nostra esperienza quotidiana al PC. Con Windows 10 personalizzare il mouse è questione di pochi clic.

Oltre alle opzioni del Pannello di Controllo tradizionalmente deputate alla modifica del cursore/puntatore del mouse, Windows 10 mette a disposizione nuove opportunità di personalizzazione tramite la app Impostazioni accessibile con la combinazione da tastiera Win+I.

Aperta la suddetta app, troveremo le nuove opzioni in Accessibilità, quindi nella scheda Puntatore del mouse selezionabile dalla colonna a sinistra. Oltre alle dimensioni del puntatore, con le opzioni disponibili potremo impostare un colore bianco, nero, invertito (nero su sfondo bianco, bianco su sfondo nero) oppure un colore personalizzato.

Colore cursore del mouse - 1

Scelta quest’ultima opzione, il sistema ci fornirà una selezione di colori primari “consigliati” da cui potremo scegliere quello che preferiamo. In alternativa, potremo fare clic sul pulsante Seleziona un colore personalizzato del puntatore per avere una tavolozza di colori completa da cui scegliere.

Colore cursore del mouse - 2
Colore cursore del mouse - 3

Oltre alla scelta manuale, facendo clic sulla voce Più in basso a destra ci verrà offerta l’opportunità di indicare una tonalità di colore specifica in formato RGB (rosso-verde-blu) o HSV (tonalità-saturazione-valore). Nell’icona a destra potremo invece incollare il valore HTML del colore di nostra scelta, confermando infine la selezione con un clic sul pulsante Fatto.

Colore cursore del mouse - 4

Difficoltà a individuare il valore HTML di un colore a cui siamo particolarmente affezionati, e che vorremmo vedere sempre su schermo assieme al cursore del mouse? Nessun problema: in casi del genere basta usare un tool specializzato come Just Color Picker, posizionare il mouse sul colore desiderato e premere Alt+X per “catturare” il valore HTML corrispondente.

Colore cursore del mouse - 5

Microsoft annovera la modifica del cursore del mouse tra le funzioni in grado di migliorare l’accessibilità della GUI di Windows, ma è indubbio che tale opzione possa servire egregiamente anche le necessità di chi gradisce personalizzare l’OS fin nei minimi dettagli. Il cursore del mouse è destinato a stare sempre in primo piano sullo schermo, quindi un tocco di colore in più non guasta di certo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.