Caschetto VR HP

HP, un nuovo caschetto VR per la next-generation videoludica

HP preannuncia l’arrivo di un nuovo caschetto per le esperienze immersive in VR, un prodotto apparentemente dotato di caratteristiche “next-gen” e senza compromessi rispetto al passato.

I caschetti per la realtà virtuale non sono popolarissimi ma hanno la loro nicchia di aficionado, un titolo come Half-Life: Alyx ha monopolizzato (e stimolato) l’interesse per il settore e ora anche HP vuole essere della partita: la corporation statunitense ha anticipato l’arrivo di un nuovo caschetto VR, un prodotto realizzato in partenership con gli esperti e apparentemente privo dei compromessi che hanno caratterizzato le generazioni di HMD precedenti.

Indicato semplicemente come l’headset VR HP di nuova generazione, il nuovo caschetto VR è stato sviluppato in collaborazione con Microsoft e Valve – entrambe già sul mercato delle soluzioni AR/VR con HoloLens e Valve Index. Valve in particolare ha già aperto una pagina per l’headset su Steam, una mossa insolita per una corporation abituata a distribuire in maniera diretta solo l’hardware fatto in casa.

HP ha presentato il nuovo casco VR (che potrebbe in teoria chiamarsi Reverb 2) sottolineando la sua capacità di fornire esperienze “immersive, confortevoli e compatibili” come mai era successo con le precedenti generazioni di prodotti per la virtualità, e il contributo di Valve e Microsoft dovrebbe in tal senso contribuire alla realizzazione di un dispositivo quantomeno al passo coi tempi.

Per ora il nuovo caschetto VR di HP è soggetto a speculazioni (tante) e indiscrezioni (poche), visto che l’azienda ha deciso di fornire ben pochi dettagli sulla nuova tecnologia a parte un invito a seguire le novità in arrivo nei prossimi mesi. Un po’ poco, comunque, per poter già parlare del “nuovo standard” in ambito VR come fa HP.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.